Hashish davanti le scuole: segnalato studente, sequestrati "tocchetti"

Nuovo controllo per i poliziotti della sezione Volanti della Questura, la presenza della "roba" non è passata inosservata ad “Eschilo”: l’unità cinofila della Guardia di finanza

Un momento dei tanti controlli realizzati nelle scuole

Ad ogni controllo, realizzato nei piazzali antistanti o all’interno degli istituti scolastici, salta fuori la “roba”. Sostanze stupefacenti che, nella maggior parte dei casi, vengono trovate abbandonate. E questo perché gli studenti alla vista delle divise procedono, immediatamente, a disfarsene. Ma talvolta, qualcuno viene trovato ancora in possesso di hashish o marijuana. E in questo caso scatta la segnalazione alla Prefettura quale consumatore abituale di droghe. E’ stato così anche nell’ultimissima verifica fatta dai poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento in un istituto scolastico superiore del centro città.

controlli scuole targa oscurata-2

Quando gli agenti sono arrivati – e con loro c’era anche “Eschilo”: l’unità cinofila della Guardia di finanza -, il controllo è scattato già dal piazzale antistante all’edificio di istruzione. Per terra è stato trovato un “tocchetto” di hashish: qualcuno, appunto, alla vista dei poliziotti e del cane, si è immediatamente disfatto della “roba” che pesava. Poco dopo, l’infallibile fiuto di “Eschilo” ha permesso di ritrovare addosso ad uno studente diciottenne un altro tocchetto sempre di hashish. Ed in questo caso è sì scattata la segnalazione alla Prefettura, ma il giovane è stato anche affidato ai suoi genitori che sono stati appunto avvisati e allertati.

Per il terzo giorno consecutivo, i poliziotti hanno dunque trovato droga davanti ad una scuola. Prima, grazie al cane antidroga “Frago” delle Fiamme gialle, erano stati rinvenuti 10 spinelli e 3 pezzi di hashish, per un peso di 1,3 grammi. Poi, avvalendosi del prezioso fiuto delle unità cinofile della polizia di Stato: “Ulla” e “Asko”, vennero ritrovati – sempre abbandonati per strada - poco più di 5 grammi di hashish. Ed infine, il “tocchetto” gettato per strada e l’altro “tocchetto” in tasca ad uno studente. I controlli - l’operazione “Scuole Sicure” – consistenti in mirati servizi in prossimità degli istituti scolastici del capoluogo e della provincia sono stati disposti dal questore Rosa Maria Iraci. Ad occuparsene, appunto, sono i poliziotti dell’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico, con il prezioso ausilio delle unità cinofile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento