"Perseguita e diffonde video e foto intime dell’ex compagno": divieto di avvicinamento

La donna, incapace di accettare la fine della relazione, aveva iniziato a perseguitarlo. La misura cautelare, eseguita dai carabinieri, è stata emessa dal tribunale

Perseguita e diffonde video e foto intime dell’ex compagno. Il gip del tribunale di Sciacca, su richiesta della locale Procura, ha firmato la misura cautelare del divieto di avvicinamento. Misura che, ieri mattina, è stata notificata alla donna dai carabinieri della compagnia di Cammarata. La donna è indagata, appunto, per l'ipotesi di reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, il cosiddetto  “revenge porn” introdotto dalla recente legge sul “codice rosso”.

Il nuovo delitto punisce - spiegano dal comando provinciale dell'Arma dei carabinieri - con una pena fino a sei anni una delle condotte purtroppo oggi più diffuse ed oltremodo allarmanti e dannose per gli effetti devastanti che hanno spesso sulla vita delle persone offese, mirando a perseguire l’abuso delle nuove tecnologie e cercando di costituire un deterrente a comportamenti, altamente lesivi dell’immagine e della reputazione altrui, che "viaggiano" attraverso il web con estrema facilità e con gravissime conseguenze personali per le vittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna raggiunta dal provvedimento cautelare dell’autorità giudiziaria, incapace di accettare la fine della relazione con l’ex compagno, aveva iniziato a perseguitarlo. L’escalation rapidissima di aggressività della donna, culminata con la pubblicazione di filmati e foto che riprendevano momenti intimi della coppia, è stata immediatamente attenzionata dalle autorità che hanno provveduto all’adozione del provvedimento, applicato secondo le disposizioni contenute nel nuovo “codice rosso”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento