Differenziata al 73%, Firetto: "Scongiurato ogni aumento della Tari"

Il sindaco aveva già annunciato all'inizio il positivo trend, stamattina è arrivata - a palazzo dei Giganti - la certificazione del risultato raggiunto

Agrigento è al 73 per cento - il riferimento è alla raccolta del mese di luglio - di differenziata. 

Già all'inizio del mese - quando dalla Regione venivano diramati i dati raccolti (sulla base delle comunicazioni periodiche dei Comuni) dal dipartimento regionale Acqua e Rifiuti - Agrigento veniva data, dal sindaco, con una raccolta differenziata pari al 73 per cento. I dati della Regione - piazzando la città, fra i capoluoghi di provincia, sul podio - le attribuivano il  65,6 per cento di raccolta differenziata. Lillo Firetto precisava, allora, subito che "la città era più avanti rispetto al dato comunicato nei mesi precedenti. Adesso, siamo al 73 per cento, dato straordinariamente buono" – diceva il sindaco all'inizio del mese - .

Oggi, in tarda mattinata, a palazzo dei Giganti è arrivata la cosiddetta certificazione: effettivamente Agrigento è al 73 per cento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Agrigento continua a registrare un crescente trend positivo. Le percentuali, si incrementano di mese in mese, e a luglio si è raggiunto il tetto del 73 per cento di rifiuti differenziati - conferma, soddisfatto, il sindaco di Agrigento: Lillo Firetto - . Grazie a questo risultato è stato scongiurato ogni aumento della Tari e si pongono le basi per future diminuzioni di importi nella bolletta a partire dal gennaio 2020. Un ringraziamento è doveroso ai cittadini virtuosi che ogni giorno conferiscono i rifiuti correttamente differenziati. Nei prossimi giorni partirà la nuova fase di gestione di tutto il sistema della raccolta e dello spazzamento manuale e meccanizzato - aggiunge Firetto - che consentirà di eliminare molte disfunzioni e venire incontro alle esigenze di bonifica e pulizia di molte aree del perimetro urbano. Possiamo avere la certezza di avere imboccato la strada giusta per salvaguardare l'ambiente, migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini e dare un taglio agli elevati costi che sino a poco tempo fa costituivano un pesante gravame che si ribaltava sulle bollette della Tari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento