rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Non diffamò l'onorevole Di Benedetto: terza assoluzione per Arnone

Sentenze favorevoli, per l'ex esponente di Legambiente, anche per l'accusa di furto e per avere interrotto, nel 2015, i lavori del consiglio comunale

E sono tre. Tre assoluzioni, nell'arco di altrettanti giorni, per l'avvocato Giuseppe Arnone.

Ieri pomeriggio, il giudice del tribunale di Agrigento, Sabrina Bazzano, ha assolto - dall'accusa di diffamazione - l'ex esponente di Legambiente. L'accusa sosteneva che Arnone dovesse essere punito per aver dichiarato che l'onorevole Giacomo Di Benedetto "era protagonista di fatti censurabili di nepotismo e familismo nell'ambito delle cariche elettive rivestite prima al consiglio provinciale di Agrigento e poi all'assemblea regionale siciliana".

Di Benedetto aveva già querelato per le affermazioni - contenute in un manifesto - Giuseppe Arnone che aveva già vinto in Corte d'appello. 

"Non ha diffamato il sindaco di Raffadali", nuova assoluzione per Arnone

Venerdì 17 Arnone era stato assolto dal giudice Andrea Terranova dall'accusa di furto: per avere trattenuto presso di sé un fascicolo processuale per circa due ore. Il giorno prima ancora era stato il giudice Giuseppe Sciarrotta ad assolvere l'avvocato Arnone dall'accusa di avere interrotto, nel 2015, i lavori del consiglio comunale di Agrigento. 

L'avvocato Daniela Principato, che ha difeso nei tre processi conclusisi con sentenza di assoluzione il legale Giuseppe Arnone, ha così commentato: "Rifletto spesso quanto è costata allo Stato Italiano questa attenzione molto particolare dedicata al mio assistito Giuseppe Arnone che, al di là delle tre assoluzioni degli ultimi tre giorni, ritengo abbia il record della persona più assolta in Sicilia negli ultimi lustri".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non diffamò l'onorevole Di Benedetto: terza assoluzione per Arnone

AgrigentoNotizie è in caricamento