rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Villaggio Mosè

"Droga fra la città e Torino", deve scontare 1 anno e 11 mesi: arrestato

I carabinieri hanno dato esecuzione ad un provvedimento di detenzione domiciliare, emesso dal tribunale di Sorveglianza del capoluogo piemontese

Deve scontare un anno e 11 mesi di detenzione domiciliare. I fatti contestati: reati in materia di sostanze stupefacenti sono quelli, fra Agrigento e Torino, del 2011. E’ in esecuzione di un provvedimento di detenzione domiciliare, emesso dal tribunale di Sorveglianza di Torino, che i carabinieri della stazione del Villaggio Mosè hanno arrestato il cinquantenne agrigentino Alessandro Puntorno. L’arresto è stato effettuato lo scorso giovedì, la notizia è stata invece resa nota – dal comando provinciale dell’Arma di Agrigento - soltanto ieri mattina.

Alessandro Puntorno, fratello di Andrea di cui sarebbe stato uno dei principali punti di riferimento per la distribuzione della droga, venne arrestato – era l’ottobre del 2011 – al porto di Palermo dove essere appena sbarcato dal traghetto che giungeva da Genova. Allora, Alessandro Puntorno venne trovato in possesso di un chilo di cocaina purissima e cento grammi di hashish.

Alessandro Puntorno era stato già arrestato nel luglio del 2011 nell’ambito dell’operazione antidroga “Trifoglio” prima, e in quella denominata “House delivery” del 2009. Entrambi i blitz portarono alla luce un vasto giro di spaccio che collegava il capoluogo di Agrigento con Comuni come Canicattì, Porto Empedocle, Siculiana e non solo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Droga fra la città e Torino", deve scontare 1 anno e 11 mesi: arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento