Rientrano dal Nord e si autodenunciano: 26 docenti e studenti in isolamento

Hanno chiamato la polizia municipale e hanno riferito di essere tornati a casa, la maggior parte dal Nord Italia, e d’essersi messi in quarantena

Il comando della polizia municipale

Torna a crescere l’ansia, in tutta la provincia, per via dei rientri che si registrano dal Nord Italia. Ad Agrigento, nell’arco di tre giorni, si sono infatti autodenunciate - sembra essere un vero e proprio esodo - ben 26 persone.

Si tratta di studenti e docenti che hanno chiamato la polizia municipale e hanno riferito di essere tornati a casa, la maggior parte dal Nord Italia, e d’essersi messi in isolamento domiciliare per i 14 giorni previsti dalle norme regionali.

Tornano dal Nord e si autodenunciano: fin'ora 449 in isolamento fiduciario

Al termine della quarantena verranno sottoposti, questo è ormai l’iter, a tampone rino-faringeo. Ieri, all'Asp di Agrigento, sono arrivati i risultati di ben 167 tamponi: dall'inizio dell'emergenza sanitaria si è arrivati, dunque, ad un totale di 5.577 test effettuati in tutta la provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento