Cronaca

Covid-19 e contagi, il Governo ha deciso: discoteche chiuse in tutta Italia

Non sono ammesse deroghe rispetto alla normativa nazionale. La decisione al termine dell'incontro con le Regioni

Discoteche chiuse in tutta Italia. Questa la decisione del governo al termine della riunione con i presidenti delle Regioni, alla quale hanno partecipato il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, il ministro della Salute Roberto Speranza e il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Il governo, secondo quanto si apprende, stanzierà dei fondi a sostegno delle attività interessate.

La chiusura di discoteche, sale da ballo e "locali assimilabili" resterà in vigore almeno fino al 7 settembre, secondo quanto anticipato dal Corriere della Sera.  Non sono ammesse deroghe regionali rispetto alla normativa nazionale. 

La decisione dopo l’aumento dei contagi dei giorni scorsi. Finora, solo Basilicata e Calabria avevano già chiuso le discoteche. Dopo il pressing del governo, Veneto ed Emilia-Romagna invece avevano limitato gli accessi.

La riapertura delle discoteche non è mai stata autorizzata dal governo rispetto ai dpcm ma era sempre stato detto di valutare l’apertura in base alle condizioni epidemiologiche delle varie Regioni. 

L'ira dei gestori: "A rischio quattro miliardi di euro di fatturato"

Secondo le stime del Silb, l’Associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo la chiusura delle discoteche mette a rischio “quattro miliardi di euro”. “Le nostre aziende danno lavoro a 50mila persone con un fatturato annuo di 4 miliardi e paghiamo tasse per 800 milioni l'anno e abbiamo l'Iva al 22% e una pressione fiscale del 48%. Lo Stato vuole che chiudiamo? Allora ci dia soldi a fondo perduto per affrontare il futuro”, aveva detto all’Adnkronos Maurizio Pasca, presidente nazionale del Silb. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19 e contagi, il Governo ha deciso: discoteche chiuse in tutta Italia

AgrigentoNotizie è in caricamento