Covid e didattica a distanza, 7 milioni per le scuole siciliane: a chi vanno i fondi

Sono 46 le scuole di Agrigento e provincia che potranno usufruire dei contributi del ministero

Il Coronaviurus rende ancora incerto il futuro delle scuole. L'anno scolastico in corso proseguirà con la didattica a distanza, ma anche per il mese di settembre il rientro in classe resta un rebus. Così il ministero dell'Istruzione (Miur) punta ancora ad attrezzare scuole e alunni all'insegnamento con modalità telematica. Sono in arrivo per le scuole siciliane 7.012.685 euro destinati all'acquisto di pc, tablet e dispositivi per la connessione internet nelle scuole del primo ciclo, primaria e secondaria di primo grado: coinvolti 540 istituti. Sono 46 le scuole di Agrigento e provincia che potranno usufruire dei contributi del ministero.

Sul sito del ministero dell'Istruzione sono disponibili le graduatorie relative al bando Pon che è stato pubblicato il 17 aprile. Le scuole che hanno aderito in tutta Italia sono state 4.905, pari all'87,2% dei 5.625 istituti che potevano partecipare, per un totale di finanziamenti che saranno assegnati pari a 63.679.174,05 euro. Le risorse residue non assegnate verranno riutilizzate. Il ministero sta lavorando ad avvisi specifici per le scuole del secondo ciclo e per i Centri provinciali per l'istruzione degli adulti (Cpia), sempre per le dotazioni tecnologiche.

La ripartizione dei fondi in Sicilia - elenco delle scuole

"Abbiamo lavorato in tempi particolarmente rapidi perché siamo perfettamente consapevoli che le scuole hanno bisogno di queste risorse - ha detto il ministro Lucia Azzolina -. I primi dati che emergono dal secondo monitoraggio sulla didattica a distanza che abbiamo concluso in questi giorni ci dicono che ci stiamo avvicinando alla copertura totale di studenti che avevano bisogno di un tablet o di un pc. Questo grazie ai fondi stanziati con il decreto Cura Italia, 70 milioni erano destinati a questo scopo, alla consegna di device che si trovavano nei laboratori delle scuole e alla collaborazione degli Enti locali. Si tratta di uno straordinario lavoro fatto in sinergia nell’interesse dei ragazzi, affinché nessuno sia lasciato indietro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento