Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, vertice del "Coc": vengano potenziati i posti di Terapia intensiva

Il sindaco ha chiesto la piena operatività della tenda pre-triage e di valutare la sospensione delle attività ambulatoriali

Un momento della riunione

Adesso, il rischio è più che vicino. Serve stare, ancora di più, in allerta e pianificare tutto con precisione affinché si possa essere subito reattivi. Ne è consapevole anche il sindaco di Agrigento Lillo Firetto che, dopo una riunione del centro operativo comunale (il Coc ndr.), valutando le criticità emerse, ha stabilito quali richieste avanzare all'Asp e all'assessorato regionale alla Sanità.

Coronavirus, primo caso in provincia: positivo al tampone un medico di Sciacca, campione inviato allo Spallanzani

E' stata richiesta la piena operatività della tenda di pre-triage davanti all’ospedale e la previsione di percorsi interni separati con sale di osservazione e aree per l'isolamento e il ricovero di eventuali sospetti, visto anche il tempo d'attesa tra l’esecuzione del tampone e la diagnosi. Ma il sindaco ha chiesto anche che l'accesso di tutti i cittadini avvenga in numero contingentato e con mascherina. Invocata pure la verifica e il potenziamento dei posti di Terapia intensiva e di Rianimazione dedicati e la realizzazione di idonee misure di prevenzione e protezione per l'utenza e il personale sanitario. Fra Agrigento e Sciacca sono soltato 24 i posti in Terapia intensiva.

Coronavirus, positivo al test l'ex questore di Agrigento Maurizio Auriemma 

Firetto ha chiesto anche di adibire idonei locali, al di fuori dei reparti, per il rinnovo di tutti i piani terapeutici delle varie discipline. "Venga valutata, sulla scorta delle misure già adottate in altre strutture sanitarie, la temporanea chiusura delle attività ambulatoriali all'interno del presidio ospedaliero, - ha chiesto il sindaco di Agrigento - tranne nei casi in cui le prestazioni erogate siano indifferibili e la temporanea sospensione dei ricoveri programmati ad eccezione dei casi in cui vengano erogate prestazioni sanitarie potenzialmente salvavita".

Vertice in Prefettura, l'appello: "Anziani e malati evitino di uscire da casa"

Durante l'incontro di oggi, oltre al sindaco erano presenti gli amministratori comunali, i responsabili della Protezione civile comunale e provinciale, i rappresentati dell’Asp, della Prefettura, delle associazioni di volontariato e di pubblico soccorso e della Croce rossa. Il "Coc" ha approfondito anche i temi riguardanti le procedure da attivare in caso di sospetti casi di Coronavirus. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, vertice del "Coc": vengano potenziati i posti di Terapia intensiva

AgrigentoNotizie è in caricamento