La "guerra" non è finita: l'Asp attrezza sala operatoria e terapia intensiva Covid

Il peggio sembra essere passato, ma non potendo escludere una seconda ondata di contagi l'azienda sanitaria provinciale continua a lavorare per non farsi trovare, nella malaugurata ipotesi, impreparata

(foto ANSA)

Il peggio sembra essere passato. Ma non è finita e non bisogna abbassare la guardia. L'Asp di Agrigento, come ha fatto fin dal primo momento in cui è scoppiata l'epidemia, lavora per non farsi trovare - nella malaugurata ipotesi di una seconda ondata - impreparata. E lo fa pensando a tutto, anche ad attrezzare, nel miglior modo possibile, la sala operatoria Covid e la Terapia intensiva Covid. Il passo che l'Asp sta muovendo in questi giorni è quello di comprare poltrone, armadi, scaffali pedana e frigoriferi. L'indagine esplorativa di mercato per l’acquisto di arredi e frigoriferi scadrà alle ore 10:00 di lunedì.

Diagnosi del Covid-19 e "patentino di immunità", arrivano pure nell'Agrigentino i test sierologici

L'Asp, per la precisione, sta cercando tre poltrone multifunzione, otto armadi in acciaio inox per sala operatoria, altrettanti scaffali porta farmaci e presidi, tre perdane a due gradini per sala operatoria, due frigoriferi e cinque carrelli per trasporto di materiali: farmaci e flebo. Di fatto, dunque, l'azienda sanitaria provinciale sta attrezzando anche la sala operatoria Covid e la Terapia intensiva Covid.

Ospedali, arrivano dispenser di gel sanificante e lampade Uv per la "guerra" contro il Covid 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento