Giustizia rallentata dal Coronavirus: rinviate d'ufficio udienze civili e penali

L'accesso agli uffici giudiziari verrà garantito solo alle persone che devono svolgere attività indifferibili e urgenti. L’apertura verrà assicurata dalle 9 alle 11

Una veduta del tribunale di Agrigento

Da oggi e fino al 22 marzo, le udienze dei procedimenti civili e penali pendenti sono rinviate d'ufficio a data successiva al 22 marzo. L'accesso del pubblico agli uffici giudiziari di Agrigento verrà garantito solo alle persone che devono svolgere attività indifferibili e urgenti, l’orario di apertura al pubblico degli uffici giudiziari viene ridotto da 5 ore a 2 ore. L’apertura verrà assicurata dalle 9 alle 11. A renderlo noto sono stati i vertici del tribunale di Agrigento e quelli della Procura della Repubblica. Di fatto viene applicato il decreto-legge numero 11 dell'8 marzo 2020 per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e contenerne gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria.

Nessun rinvio - ed è una eccezione prevista dallo stesso decreto - per le udienze di competenza del  tribunale per i minorenni relative alle dichiarazioni  di adottabilità, ai minori stranieri non accompagnati, ai minori allontanati dalla famiglia e alle situazioni di grave pregiudizio; nelle cause relative ad alimenti o ad obbligazioni alimentari derivanti da rapporti di famiglia, di parentela, di matrimonio o di affinità; nei procedimenti cautelari aventi ad oggetto la tutela di diritti fondamentali  della  persona; nei  procedimenti per l'adozione di provvedimenti in materia di tutela, di amministrazione  di sostegno, di interdizione, di inabilitazione nei soli casi in cui viene dedotta una motivata situazione di indifferibilità incompatibile anche con l'adozione di provvedimenti provvisori, e sempre che l'esame  diretto della persona del beneficiario, dell'interdicendo e dell'inabilitando non risulti incompatibile con le sue condizioni di età e salute; nei procedimenti di convalida dell'espulsione, allontanamento e trattenimento di cittadini di paesi terzi e dell'Unione europea e in genere, in  tutti i procedimenti la cui ritardata  trattazione puo' produrre grave pregiudizio alle parti. In quest'ultimo caso, la dichiarazione di urgenza è fatta dal capo dell'ufficio giudiziario o dal suo delegato in calce alla citazione o al ricorso, con decreto non impugnabile e, per le cause già iniziate, con provvedimento del giudice  istruttore o del presidente del collegio. 

Per le attività urgenti, per evitare l’assembramento, l'accesso sarà regolamentato previa prenotazione, anche tramite mezzi di comunicazione telefonica e telematica ai seguenti contatti: 

DIBATTIMENTO PENALE:

Tel. 0922 527359 – 0922 527362
(dibattimento.penale1.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)
(dibattimento.penale2.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)
(misurediprevenzione.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)

GIP/GUP

Tel. 0922 527332 – 0922 527339
(gipgup.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)

CIVILE CONTENZIOSO

Tel. 0922 527283 – 0922 527281 – 0922 527323 - 0922 527325
(civile.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)
(lavoro.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)

VOLONTARIA GIURISDIZIONE

Tel. 0922 527465
(volgiurisdizione.tribunale.agrigento@giustiziacert.it)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le cancellerie cureranno la convocazione degli utenti per orari fissi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento