menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Coronavirus: sale il numero dei contagiati, un caso in più per la provincia

Secondo i dati segnalati dalla Regione Siciliana all'unità di crisi nazionale, gli agrigentini affetti da Covid-19 sono complessivamente 19. Ben 156 gli ammalati dell'intera isola e 53 i ricoverati. Catania è la provincia più colpita

C'è un altro contagiato da Coronavirus per la provincia di Agrigento. Secondo i dati segnalati dalla Regione Siciliana all'unità di crisi nazionale, i contagiati agrigentini sono complessivamente 19. Uno in più appunto - il dato è aggiornato alle ore 12 - rispetto a 24 ore fa.

Coronavirus: nuovi tamponi positivi, salgono a 4 i pazienti ricoverati

Stando sempre ai dati diffusi dalla Regione, in totale sono - su tutta l'isola - 156 i pazienti contagiati, di cui 53 ricoverati (11 in Terapia intensiva); 97 risultano essere stati posti in isolamento domiciliare, quattro i guariti e due i deceduti. Questa la divisione nelle varie province: Agrigento, 19; Caltanissetta, 2; Catania, 68; Enna, 2; Messina, 9; Palermo, 32; Ragusa, 4; Siracusa, 9; Trapani, 11.

Aumentano i contagi sull'isola: 156 i casi, 26 in più di ieri

I dati, purtroppo, continuano a non tornare. Nelle comunicazioni ufficiali, diramate ieri dalla Regione, risultavano esserci - per l'Agrigentino - 4 pazienti ricoverati. Oggi, invece, il dato agrigentino parla di 3 ricoveri. Rientra forse fra i 4 guariti (dato sempre regionale)? E, verosimilmente, c'è stato un trasferimento da un ospedale all'altro e quindi rientra in capo ad un'altra azienda ospedaliera?  Questo non è però, non può esserlo, tempo di interrogativi. 

Lettera aperta di un medico "eroe": "Siamo tutti potenziali positivi, state a casa"

Intanto, in tutti i paesi della provincia, continuano a susseguirsi gli appelli - degli amministratori, della Chiesa, dei vigili urbani "armati" di megafono - a "non uscire da casa". I controlli di polizia municipale, carabinieri e polizia di Stato proseguono a ritmo incessante. E sono tanti, nonostante vi siano già stati due decreti penali di condanna emessi dal tribunale di Sciacca, coloro che vengono pizzicati a zonzo senza un valido, previsto, motivo. 

IL VIDEO. L'appello dei vigili urbani col megafono: "Dovete restare a casa"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento