La curva epidemiologica continua a salire: c'è un caso in più di Coronavirus a Favara, confermato l'esito test a 92enne

Stando ai dati forniti dalla Prefettura, alle ore 18 di sabato, i "positivi" risultavano essere 39 contro i 33 del giorno precedente. I numeri sono però in continuo aggiornamento

(foto ANSA)

C'è un tampone positivo in più a Favara ed è confermato - stando a quanto è stato reso noto dalla Prefettura - il caso di Montallegro. Alle ore 18 di sabato, stando ai dati che sono stati divulgati stamani in video-conferenza stampa dal prefetto di Agrigento Dario Caputo, i "positivi" risultano essere 39 contro i 33 del giorno precedente (20 marzo). Un dato che, però, non terrebbe conto - i numeri, di fatto, sono in continuo e sistematico aggiornamento - del tampone post-mortem effettuato ad un paziente settantenne. Di fatto, secondo quanto è emerso nel corso della nottata e nelle prime ore dell'odierna giornata, nell'Agrigentino i casi di contagiati dovrebbero essere arrivati a 41 (compreso il tampone positivo effettuato post-mortem).

Impennata di contagiati sull'isola: + 140 rispetto a 24 ore prima, 39 i casi agrigentini

Terzo caso a Favara

L'esito del tampone positivo riguarda una donna: una operatrice socio-sanitaria che ha prestato attività lavorativa al "San Giovanni di Dio". La favarese che, nelle ultime ore, è risultata contagiata si trova, al momento, in quarantena domiciliare. 

Terzo caso di Covid-19 a Favara, il sindaco: "In ospedale non si è arrivati ad identificare il paziente 0"

Coronavirus: test positivo per ausiliaria di Cardiologia e per un anziano paziente morto

I dati ufficiali  

Di tamponi - alle ore 18 di sabato - ne risultavano effettuati, sempre nell'Agrigentino, 465 tamponi, contro i 418 di giorno 20. A quell'ora e a quella data (ore 18 del 21 marzo) i casi di Covid-19 risultavano essere - stando ai dati forniti dalla Prefettura di Agrigento - così distribuiti: 18 a Sciacca contro i 17 del giorno prima; Menfi è rimasta ferma a 3; Ribera è ferma a 4; Santa Margherita Belice ad 1; Licata è rimasta ferma a 3; Agrigento a 2; Favara è salita a 3 (erano 2 il giorno prima); Canicattì è salita a 2 (era 1 il giorno precedente); Montallegro (che non aveva casi il giorno precedente) è ad 1 caso; Palma di Montechiaro è a 2 casi. In realtà, per quanto riguarda Palma di Montechiaro, il sindaco Stefano Castellino - ieri sera - aveva annunciato il terzo tampone positivo: è risultata infetta una donna di mezza età riconducibile sempre allo stesso nucleo familiare dei due precedenti contagiati.

Terzo tampone positivo in altrettanti giorni: unico però il "focolaio" di Palma di Montechiaro 

Per quanto riguarda le persone ricoverate: 1 dei 2 ricoverati dell'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca è stato dimesso ieri. Restano fermi, invece, i ricoveri degli agrigentini a Caltanissetta: sono 4 i pazienti, 2 ciascuno ad Enna e Caltagirone e 1 (l'anziana di Montallegro ndr.) a Partinico. 

Stando sempre ai dati forniti dalla Prefettura, a livello isolano - alle ore 17 di sabato - in Terapia intensiva risultavano essere ricoverate 48 persone (erano 42 il giorno precedente), in isolamento domiciliare si trovano 204 (erano 169). I "positivi" erano 458 su 379 del giorno precedente. I dimessi guariti erano 26, 6 i deceduti (erano 4 il giorno prima). I casi totali - sempre aggiornati alle ore 17 di sabato - risultavano essere 490, mentre complessivamente erano stati effettuati 4.883 tamponi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anziano trasferito d'urgenza per Covid-19 all'ospedale di Enna, in nottata la tragedia: l'uomo è morto

Nuovo appello del prefetto 

"Continuano ad arrivare segnalazioni in merito alla circolazione impropria di persone. Bisogna stare a casa, assolutamente è prioritario - il prefetto Dario Caputo è tornato a lanciare, durante la video-conferenza, l'ennesimo appello - . C'è anche una nuova disposizione, a livello nazionale, per quanto riguarda la limitazione agli spostamenti per andare nelle proprie residenze secondarie: in campagna o al mare. Questo non si può fare non solo nel week end ma anche nelle altre giornate. Bisogna stare a casa. Bisogna stare a casa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento