Movida in via Atenea, multe ai locali per occupazione abusiva di suolo pubblico

Le posizioni di altre attività sono ancora al vaglio perché i carabinieri stanno ancora verificando la posizione di alcuni lavoratori

Una pattuglia dell'Arma in via Atenea

Non soltanto alimenti scaduti e carenze igienico-sanitarie, rilevate in un ristorante della via Atenea. Ma anche controlli e “stangate” contro l’occupazione abusiva di suolo pubblico. I carabinieri di Agrigento, assieme ai colleghi dell'Ispettorato del lavoro, nel corso dell’ultimo fine settimana, hanno ispezionato bar, pub, attività di somministrazione di alimenti in genere e ristoranti. E si sono concentrati anche sulle autorizzazioni per l'occupazione di suolo pubblico. Ad essere setacciati sono stati tutti, o quasi tutti, i locali delle vie Pirandello ed Atenea e piazza San Francesco, nonché aree attigue.

E i risultati non sono mancati. E’ stato accertato, dai militari dell’Arma, che il titolare di un locale - con tanto di tavoli e sedie collocate all'aperto - non aveva alcun tipo di autorizzazione. Di fatto, dunque, un caso di occupazione abusiva di suolo pubblico. Un secondo esercizio aveva posizionato all'esterno arredi vari, ma non è risultato essere perfettamente in regola. In entrambi i casi, i titolari sono stati multati. Ma le posizioni di altri locali sono ancora al vaglio perché i carabinieri – quelli del nucleo Ispettorato del lavoro - stanno verificando la posizione di alcuni addetti trovati al lavoro.

La “stretta” contro la movida selvaggia, e per la piena affermazione della legalità, è passata – appunto nello scorso week end – anche attraverso questo generi di accertamenti. Verifiche che sono andate, di fatto, di pari passo con quelle realizzate – dai carabinieri della compagnia di Agrigento, da quelli dell’Ispettorato del lavoro e dai militari del centro Anticrimine Natura – in alcuni ristoranti e in uno di essi, in via Atenea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento