"Non ve lo dico!": 50enne viola i decreti anti-Covid, sanzionata e denunciata

La donna non soltanto non ha voluto spiegare ai poliziotti per quale motivo si trovasse fuori casa, ma non ha riferito neanche il suo indirizzo. Controlli a raffica da parte di tutte le forze dell'ordine

I Nibbio

“Non ve lo dico!”. Ha risposto così a “I Nibbio” (i poliziotti in motocicletta al fianco delle Volanti ndr.), una cinquantenne di Agrigento. Una donna che non soltanto non ha voluto dire agli agenti perché si trovasse fuori casa, ma non ha voluto dire neanche l’indirizzo del domicilio. Via e numero civico che, obbligatoriamente, deve essere indicato – per tutte le forze dell’ordine – nel verbale per l’elevata sanzione per violazione alla prescrizioni anti-Covid. I poliziotti hanno provato a spiegare alla donna che era fondamentale avere quell’indirizzo.

IL VIDEO. In spiaggia non si balla: Il Covid-19 rende spettrale il pomeriggio di festa

Ma la donna s’è appunto, ripetutamente, rifiutata. Ed è per questo motivo che dopo la sanzione – per essere stata trovata fuori casa senza un valido motivo – che è stata denunciata, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica. L’ipotesi di reato contestata è inosservanza al provvedimento d’autorità. Un comportamento ritenuto incomprensibile dagli stessi poliziotti che, così come tutte le altre forze dell’ordine, tanto venerdì quanto ieri – giornata di festa – hanno letteralmente presidiato Agrigento e tutta la sua provincia. La città dei Templi, in maniera particolare, è stata blindata. Ma anche tutte le altre località di mare: da Sciacca a Licata, passando per tutti i Comuni costieri. Si temeva, di fatto, che gli agrigentini si spostassero verso le seconde case al mare o in quelle di campagna. Si temevano comitive in spiaggia e scampagnate in famiglia. Fino a sera, i controlli – massicci e capillari – sono andati avanti ovunque. Solo i carabinieri hanno elevato oltre una decina di sanzioni. Ma di multe ne hanno fatto anche i poliziotti, tanto ad Agrigento quanto a Porto Empedocle, e la Guardia di finanza. Poca, pochissima, gente è stata trovata lungo le strade statali che sono state monitorate dagli agenti della polizia Stradale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contrariamente a quanto è accaduto per Pasqua e Pasquetta, ieri, in giro – lungo le statali almeno – c’era molto meno gente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Ancora tamponi Covid positivi: 1 ad Agrigento e 3 a Sciacca, contagiato un altro medico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento