Cronaca

Movida pre-lockdown e folle corsa all'ultimo regalo, controllati negozi ed evitati assembramenti

Sono state elevate delle multe, ma molti di più sono stati i richiami all’ordine e al rispetto delle prescrizioni anticontagio

Il potenziamento dei servizi di vigilanza sia nel centro storico che poteva essere – ed è stato - “teatro” della folle corsa ai regali di Natale dell'ultimo minuto, nonché su San Leone: luogo di ritrovo della movida pre-lockdown era stato disposto, nei giorni scorsi, dal prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa durante l’ultimo comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. In campo, tanto in via Atenea e al viale Della Vittoria quanto a San Leone e al Villaggio Mosè, sono tornati a scendere polizia, carabinieri, Esercito con i militari dell’operazione “Strade sicure”, ma anche agenti della Municipale.

Unico e solo l’obiettivo: prevenire gli assembramenti. Obiettivo che s’è tradotto, di fatto, nel garantire le distanze interpersonali e nel corretto utilizzo delle mascherine di protezione anti-Covid. L’ultimo week end di “libertà” – prima che si torni a fare i conti con giorni “arancioni” e “rossi” – è stato caratterizzato da un’azione di controlli.

Tanto sugli agrigentini quanto sugli esercizi pubblici. Sono state elevate delle multe (numeri che verranno diramati nelle prossime ore dalla Prefettura), ma molti di più sono stati i richiami all’ordine e al rispetto delle prescrizioni anticontagio. Per le festività natalizie, i controlli si concentreranno sulle sedi e le zone ritenute più esposte e a rischio e attenzione particolare verrà prestata sugli spostamenti tra Comuni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida pre-lockdown e folle corsa all'ultimo regalo, controllati negozi ed evitati assembramenti

AgrigentoNotizie è in caricamento