Tre nuovi contagi in 24 ore: il Covid-19 torna a Raffadali e Ravanusa, ma arriva anche a Santa Elisabetta

Le persone che hanno ricevuto l'esito positivo del tampone si trovano tutte in quarantena: ieri erano 16 e oggi sono 19. Sono saliti complessivamente a 131 gli infettati, di cui 91 sono già guariti

Tre nuovi casi di Covid-19 nell'arco di 24 ore. Dopo una settimana piena dall'avvio della "fase 2", proprio quando si cominciava a sperare nella cosiddetta normalità, la ventata d'ottimismo - per l'Agrigentino - viene smorzata dai nuovi tamponi positivi. Il Coronavirus è arrivato anche in realtà dove fino ad ieri non esisteva: Santa Elisabetta. Ma è tornato a farsi largo, purtroppo, in un Comune - Raffadali - dove i precedenti tre infettati erano già tutti guariti. E poi s'è registrato, appunto, un nuovo contagio anche a Ravanusa. I tre nuovi infettati dal virus sono stati posti tutti in quarantena domiciliare. Il dato relativo - fornito dall'Asp di Agrigento - è infatti tornato a salire: ieri in quarantena c'erano 16 persone, oggi ce ne sono invece 19. Il numero dei contagiati complessivi - da quando è scoppiata la pandemia - sale dunque a 131: ieri erano 129. 

Dipendente del "San Giovanni di Dio" positivo al Covid 19, il sindaco: "L'ospedale è un focolaio di contagi"

I referti dei test, oggi, acquisiti dall'azienda sanitaria provinciale di Agrigento sono stati 140: si è arrivati, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, a complessivi 5.717 tamponi eseguiti e refertati. Restano fermi - a sei - i ricoveri, mentre due sono gli agrigentini che si trovano in strutture lowcare. Fermi anche, ma il numero è decisamente importante, anche i guariti: ben 91.

Lavora all'ospedale di Agrigento la donna positiva al Covid-19, il sindaco: "Ha avuto limitati contatti, niente caccia alle streghe"

A Santa Elisabetta, fino ad oggi, non s'erano registrati casi positivi. L'esito, inaspettato (anche perché la paziente è asintomatica), è arrivato per una donna di mezz'età che lavora, anche lei, all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. E' stata, come da protocollo, subito avviata l'indagine epidemiologica per i familiari e tutti i contatti diretti della paziente. Ravanusa è passata invece dai 4 contagiati di ieri ai 5 di oggi: 2 persone sono fuori pericolo e altre tre risultano essere ancora in trattamento. E poi c'è il nuovo caso - anche lui un dipendente dell'azienda ospedaliera di Agrigento, per come ha reso noto il sindaco Silvio Cuffaro, - di Raffadali che sembrava, come realtà, essere uscita fuori dal tunnel Covid-19 e invece vi è nuovamente riprecipitata. 

Da Palma ad Aragona, salgono a 2 i nuovi contagi da Covid: entrambe le ammalate lavorano al San Giovanni di Dio

"Il virus è ancora in circolazione - ha detto, invece, il sindaco di Ravanusa: Carmelo D'Angelo - . Serve molta attenzione, spieghiamolo ai nostri figli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento