Cimitero di Piano Gatta, il Comune pronto a sostituirsi alla ditta

L'Ente cerca di accelerare sull'individuazione di un'eventuale nuovo gestore al fine di riprendere con la costruzione dei loculi

Il cimitero di Piano Gatta

Le salme in attesa sono ancora 36 e il timore, concreto, è che con l'aumento delle temperatura la situazione degeneri in una vera e propria emergenza igienico-sanitaria. Così il Comune di Agrigento si sta attivando per cercare di approfittare della "finestra" creata dall Tar che al momento ha respinto la richiesta della ditta "Global service" di sospendere la revoca del gestore per assenza di certificazioni adeguate per realizzare i lavori per conto di un ente pubblico, rinviando però nel merito tutto a dicembre.

Il pronunciamento del Tar: "Il Comune può cercare una nuova ditta"

Subito dopo il pronunciamento dei giudici amministrativi Palazzo dei Giganti ha incontrato i dirigenti al ramo e ha chiesto loro un percorso praticabile che sarà, sostanzialmente, lo stesso che si stava seguendo a febbraio, quando il Tar bloccò tutto una prima volta. Si convocherà quindi la società "Consital", che è componente della medesima Ati della "Global service", per chiedere se questa è interessata o no a subentrare. Se la rispsota sarà negativa il Comune potrebbe valutare di intervenire in modo sostitutivo, anche perché l'aumento delle temperature con l'arrivo dell'estate potrebbe rendere necessarie procedure d'urgenza per far rientrare una possibile emergenza sanitaria.

Movimento Mani Libere: "Si ridia dignità ai morti, la Procura valuti di indagare"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento