Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trenta anni dopo l’omicidio di Livatino, il prefetto: “Un eroe da ricordare tutti i giorni”

Agrigento e provincia hanno reso omaggio al “giudice ragazzino” assassinato la mattina del 21 settembre 1990 sulla strada statale 640

 

Le autorità civili, militari e religiose, nel giorno del trentesimo anniversario del barbaro assassinio del giudice Rosario Angelo Livatino hanno ricordato il magistrato canicattinese. Sul luogo del delitto, ai piedi della stele commemorativa, la consueta deposizione delle corone di alloro.

“Questa è una terra – ha detto, a margine della cerimonia, il prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa – che non avrebbe avuto bisogno di eroi, però purtroppo non possiamo non dire che è stato un eroe. Quello di Livatino è un  esempio, soprattutto per i giovani – ha aggiunto il prefetto – e che non dobbiamo solo ricordare oggi”.

Convegno in memoria di Rosario Livatino al tribunale di Agrigento
La magistratura ricorda il sacrificio del "giudice ragazzino", Di Matteo:”La politica non ha voluto lottare contro la mafia”

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento