menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agrigento celebra l'Unità nazionale e le Forze armate-25

Agrigento celebra l'Unità nazionale e le Forze armate-25

Agrigento celebra l'Unità nazionale e le Forze armate

Presenti le più alte cariche istituzionali, civili, religiose e militari, a scuola musicale di...

Si sono celebrati nella mattinata di oggi i festeggiamenti del "Giorno dell'unità nazionale e la giornata delle forze armate". Sotto un cielo ricoperto di nuvole, alla Villa Bonfiglio di Agrigento, presenti le più alte cariche istituzionali della Provincia, tra cui il sindaco Zambuto, il viceprefetto vicario Diomede, il colonello dei carabinieri Di Iulio, il questore Bisogno e il vicepresidente della Provincia regionale Ferrara.

Il quattro novembre, data in cui nel 1861 si portò a compimento l'unità d'Italia, quest'anno concide con il 150esimo anniversario. Alla presenza di tutte le forze dell'ordine, carabinieri, polizia, guardia di finanza, aviazione, capitaneria di Porto, vigili del fuoco, croce rossa, la lettura del messaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale delineando il periodo storico attuale, caratterizzato da una crisi non solo finanziaria, ma anche politica e sociale, ricorda l'importante ruolo che ricoprono le forze armate, come punto fermo per tutto il paese. Segue poi la lettura del messaggio del ministro della difesa, Ignazio La Russa.

Presenti alla cerimonia gli alunni degli istituti "Castagnolo", "Pascoli", "Gribaldi" e "Pirandello", alcuni dei quali hanno letto per l'occasione delle poesie. La scuola ad indirizzo musicale di Agrigento ha accompagnato con un gruppo di chitarre l'inno di Mameli.  Fuori programma, a conclusione dei festeggiamenti, il coro composto dai ragazzi delle scuole ha intonato l'Inno alla gioia di Bethoveen.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento