Cronaca

Casi positivi da Covid-19 e raccolta differenziata: tutelare gli operatori ecologici

Il prefetto: "Ci stiamo occupando della necessità di gestire il rifiuto, prodotto dalle famiglie dove è stato rilevato un caso di infezione, che ha un suo livello di pericolosità"

La Prefettura di Agrigento

Coronavirus e rifiuti. In Prefettura ci si sta occupando delle modalità di smaltimento della spazzatura prodotta dalle famiglie in cui è stato accertato un caso positivo. Perché a rischiare, potenzialmente, il contagio sono gli operatori ecologici addetti alla raccolta.

Coronavirus, aumentano i contagi: +2 per la Regione, ma la curva epidemiologica è in continua salita

"Al momento, ci sono una trentina di casi positivi da Covid-19 e ci stiamo occupando della necessità di gestire questo rifiuto (prodotto dalle famiglie dove è stato rilevato un caso di infezione) che ha un suo livello di pericolosità. E la gestione avviene attraverso modalità differenti - ha spiegato, in video conferenza, il prefetto di Agrigento Dario Caputo - . Adesso sono in contatto con le amministrazioni comunali e con le aziende che gestiscono i servizi e che pongono aspetti, che stiamo valutando, anche di tutela della salute degli operatori che effettuano il servizio di raccolta porta a porta". 

Raccolta differenziata e Coronavirus, ecco le linee guida della ditta Sea

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi positivi da Covid-19 e raccolta differenziata: tutelare gli operatori ecologici

AgrigentoNotizie è in caricamento