Cronaca

Carenza di medici al pronto soccorso, prorogati 24 incarichi per 6 mesi

La scelta è stata fatta, dall'Asp, per superare i gravi "buchi" in organico ed evitare situazioni di interruzione di pubblico servizio

Prorogati, per altri sei mesi, gli incarichi libero professionali a 24 medici già assunti, a tempo determinato, per fronteggiare la carenza di personale e per garantire inderogabili esigenze di sanità pubblica, anche per effetto del protrarsi dello stato d’emergenza derivante dall’infezione pandemica da Covid-19. A firmare la disposizione è stato il commissario straordinario dell’Asp di Agrigento, Mario Zappia. Del resto, tutti i responsabili dei pronto soccorso di Agrigento, Licata, Canicattì e Sciacca avevano richiesto, ognuno per la parte di propria competenza, la proroga.

Ma qual è la reale situazione dei pronto soccorso degli ospedali della provincia? I posti previsti nella dotazione organica aziendale sono 53. Ben 41 risultavano vacanti e disponibili e solo otto sono stati ricoperti a tempo indeterminato a seguito della procedura di stabilizzazione e di mobilità regionale e interregionale. Lo scorso maggio è stato indetto un ulteriore avviso pubblico per la stabilizzazione del personale della dirigenza e del comparto e, in particolare, nonostante per la disciplina di Medicina e Chirurgia di accettazione e di urgenza, sia stata prevista la coperta di 14 posti, nessuno è stato coperto per mancanza di candidati aventi titolo alla stabilizzazione. Nel marzo sempre di quest’anno, inoltre, era stato fatto un concorso, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di 16 posti che, in atto, risulta in avanzato stato di definizione essendo già scaduti i termini di presentazione delle istanze e avviata l’ammissione dei candidati e nomina della relativa commissione d’esame. Resta però, appunto, la grave carenza di dirigenti sanitari per Medicina e Chirurgia di accettazione e di urgenza nei presidi ospedalieri dell’Asp e le gravi difficoltà – è stato evidenziato dalla stessa azienda sanitaria provinciale – a reclutare medici. Una situazione che ha indotto la direzione strategica a ricorrere all’indizione di avvisi pubblici per conferire incarichi libero professionali di medici da destinare ai pronto soccorso delle strutture ospedaliere dell’Agrigentino. E questo, appunto, per superare le gravi carenze di organico ed evitare situazioni di interruzione di pubblico servizio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di medici al pronto soccorso, prorogati 24 incarichi per 6 mesi

AgrigentoNotizie è in caricamento