Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Tubercolosi a "Petrusa", dal carcere: "Detenuto malato trasferito, no agenti contagiati"

La direzione della casa circondariale starebbe effettuando lo screening su tutti i poliziotti della Penitenziaria che possono essere venuti in contatto con l'ammalato e, per ognuno di loro, dovrebbe venire attivata la relativa profilassi 

Il carcere "Di Lorenzo" di Agrigento

Sarebbe stato attivato il protocollo sanitario relativo ai casi di tubercolosi. Lo garantiscono da fonti vicine all'amministrazione del carcere "Di Lorenzo" di Agrigento dove si trovava recluso un detenuto affetto dalla grave malattia infettiva.

Tubercolosi al carcere "Petrusa": agente contagiato da detenuto e centinaia di persone a rischio

"Il detenuto affetto da tubercolosi non si trova più al carcere di Agrigento - spiegano fonti vicine all'amministrazione carceraria - e non c'è alcun agente della polizia Penitenziaria, in servizio ad Agrigento, contagiato. Il detenuto non si muoveva certamente con libertà all'interno della struttura carceraria, ma stava in cella e raggiungeva, attraverso specifici corridoi, la zona dell'ora d'aria e la sala colloqui".

Al carcere, in questi giorni, si starebbe effettuando lo screening su tutti i poliziotti della Penitenziaria che possono essere venuti in contatto con il detenuto ammalato e, per ognuno di loro, verrà attivata la relativa profilassi". 

Anche dall'Asp1 di Agrigento si sta monitorando la situazione del carcere "Di Lorenzo".

Penitenziaria in agitazione, Gallo Cassarino (Cisl): "Le poliziotte hanno diritto ad essere madri"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tubercolosi a "Petrusa", dal carcere: "Detenuto malato trasferito, no agenti contagiati"

AgrigentoNotizie è in caricamento