menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinesi in arrivo per il loro Capodanno: vertice sul Coronavirus in Comune

Firetto: "In Municipio è venuto anche il responsabile di Epidemiologia. C’è un protocollo avviato a livello nazionale, tutti stanno seguendo un iter procedurizzato a partire dagli aeroporti"

S'è parlato anche di Coronavirus, ieri, al Comune di Agrigento, durante il "faccia a faccia" fra il sindaco Lillo Firetto e i vertici dell’azienda ospedaliera. Quest’anno, non c’è soltanto il Mandorlo in fiore quale evento di richiamo. Ci sono stati gli accordi della Via della Seta, ci saranno le iniziative per i 2600 anni dalla fondazione di Akragas e ci sono delle comitive che, a quanto pare, avevano già prenotato in B&B della città per il Capodanno cinese.

Giornalista morta per malaria, Firetto incontra l'Asp: "Potenziate il pronto soccorso"

“Tanti titolari di B&B mi hanno già chiesto come si devono comportare – ha spiegato ieri, a margine dell’incontro con i vertici dell’ospedale, il sindaco Lillo Firetto - . In Municipio è venuto anche il responsabile di Epidemiologia. C’è un protocollo avviato a livello nazionale, tutti stanno seguendo un iter procedurizzato a partire dall’interno degli aeroporti. Quindi il monitoraggio delle condizioni di salute viene fatto proprio a monte. Non abbiamo il dato preventivo – ha evidenziato Firetto – di quanti cinesi avessero già prenotato per giungere ad Agrigento. Il Comune si terrà in costante aggiornamento con i vertici dell’Asp”.

Il raffronto di ieri è stato fatto tanto in vista degli arrivi per il Capodanno cinese quanto per la settantacinquesima edizione del Mandorlo in fiore, ma anche per comitive che - periodicamente - giungono per visitare la Valle dei Templi.

Il caso di malaria che ha ucciso la giornalista, il sindaco: "Nessuno mi ha avvisato"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento