rotate-mobile
Cronaca

Agrigento capitale della cultura 2020, anche Lello Analfino sposa la candidatura

Il cantante dei Tinturia: "Ogni uomo merita di vedere questa città, la più bella dei mortali"

Anche Lello Analfino sposa la candidatura di Agrigento a capitale della cultura per il 2020. Il cantante dei Tinturia nel suo endorsement scrive: "Sono italiano, di più, siciliano, ancora di più, agrigentino. Sono nato nella più bella città dei mortali, porta del mediterraneo nel mediterraneo, prezioso contenitore di preziosità di un'era maestosa, dove le arti e i mestieri si sono fusi per creare bellezza. Di questa bellezza ne hanno fruito i più grandi personaggi esistiti, considerando questa città uno dei posti da vedere prima di abbandonare la vita terrena".

Andrea Camilleri sposa la candidatura

Analfino aggiunge: "Ecco perché sono felice che la mia bella Agrigento sia candidata a “Capitale della cultura 2020”, perché ogni uomo merita e deve avere l’opportunità di vedere e vivere questi luoghi e questa gente, gli agrigentini, popolo votato all'accoglienza, all’ospitalità ed a svelare al resto dell'universo, le sue bellezze storico-paesaggistiche ed architettoniche. Mi auguro quindi di incontrarvi tutti ad Agrigento eletta Capitale della cultura 2020, dove un clima di bellezza ineguagliabile fa da cornice ad un mondo che sembra non finire mai, ricco di storia di sole “Di Mari e d’Amuri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento capitale della cultura 2020, anche Lello Analfino sposa la candidatura

AgrigentoNotizie è in caricamento