Domenica, 14 Luglio 2024
Il progetto

Agrigento capitale italiana della cultura 2025, grande evento al teatro Pirandello per presentare la candidatura

La città dei templi, con Lampedusa e i comuni della Provincia, figura tra le 15 in lizza per l’assegnazione del prestigioso riconoscimento

Sarà il teatro Pirandello ad ospitare, sabato 29 ottobre alle 10, la presentazione ufficiale della candidatura di Agrigento a “Capitale italiana della cultura 2025”. Il sindaco Francesco Micciché, il presidente dell’Empedocle Consorzio Universitario della Provincia di Agrigento Antonino Mangiacavallo e il presidente dell’associazione “MeNO – Memorie e nuove opere” Roberto Albergoni presenteranno alla comunità il programma, le idee e le visioni della candidatura.

I numeri del dossier, sviluppato dall’associazione “MeNO”, raccontano la forza di Agrigento2025: 44 i progetti artistici e culturali proposti, che coinvolgono oltre 130 tra artisti e partner locali, nazionali e internazionali. Un dossier di candidatura che trasforma i territori di Agrigento e Lampedusa in centri di riflessione e produzione artistica sul tema della relazione tra l’individuo, il prossimo e l’ambiente.

“La candidatura si inscrive in una strategia di ampio orizzonte, che ha l’obiettivo di raccontare l’identità culturale e sociale di Agrigento, all’Europa e al Mediterraneo”, dice il sindaco Miccichè. 

“Rappresenta un’occasione unica - aggiunge Mangiacavallo - per coniugare le ragioni di una storia plurimillenaria con una nuova idea di futuro che possa vedere Agrigento e il suo territorio protagonista nel panorama nazionale e internazionale. Abbiamo il dovere di riscoprire l’orgoglio della nostra identità per valorizzare, con un progetto moderno e condiviso, le ricchezze materiali e immateriali di una terra meravigliosa”.

“Per Agrigento 2025 - sottolinea Albergoni - abbiamo presentato un programma artistico e culturale che ha lo scopo di facilitare lo sviluppo di comunità attive e aperte all’esercizio di relazione e confronto. Comunità capaci di assumere l’impegno di tutela dei diritti e dei doveri culturali e la responsabilità nella cura del bene comune”.

Alla presenza del Prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, dell’arcivescovo Alessandro Damiano, delle autorità del territorio e del presidente della Fondazione Teatro Luigi Pirandello Alessandro Patti, quello di sabato 29 ottobre è un incontro con Agrigento e per Agrigento: per condividere con la comunità e la società civile, il mondo imprenditoriale e delle forze sociali un progetto capace di unire il territorio nel comune obiettivo di rendere Agrigento un centro internazionale di riflessione, indagine e produzione culturale.

La presentazione della candidatura sarà anche un’occasione di festa: in apertura è prevista una rappresentazione classica con la regia di Marco Savatteri. Seguiranno l’esibizione dell’orchestra sinfonica e del coro del liceo musicale Empedocle e la proiezione dello spot promozionale di Agrigento 2025 realizzato da Andrea Vanadia con la partecipazione di Gaetano Aronica e le musiche di Francesco Buzzurro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento capitale italiana della cultura 2025, grande evento al teatro Pirandello per presentare la candidatura
AgrigentoNotizie è in caricamento