menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scovata maxi discarica a Cannatello: sequestrata area di 800 metri, denunciato pensionato

I carabinieri hanno contestato al sessantunenne l'ipotesi di reato di gestione non autorizzata di rifiuti. I controlli, per tutelare l'ambiente, proseguono in tutta la provincia

Rifiuti solidi urbani, materiale di risulta proveniente da attività edili, ma anche rifiuti speciali e pericolosi. I carabinieri della compagnia di Agrigento, sempre attenti al territorio e a prevenire i reati ambientali, hanno sequestrato - nella zona di Cannatello - un'area di circa 800 metri quadrati ricolma di immondizia. Un'autentica discarica a cielo aperto che sarebbe stata creata con sversamenti ripetuti e continuati. Il proprietario del terreno, un pensionato sessantunenne agrigentino, è stato denunciato - dai militari dell'Arma - alla Procura della Repubblica. Il titolo di reato contestato è gestione di riufiti non autorizzata. 

Il maxi sequestro di un'ennesima discarica si registra a pochissimi giorni di distanza da quello avvenuto a Favara dove sempre i carabinieri, coordinati dal capitano Marco La Rovere, hanno scovato un vero e proprio centro di stoccaggio di rifiuti. 

"Aveva trasformato un terreno in una discarica abusiva", arrestato pregiudicato 37enne

Il sequestro dell'area in zona Cannatello è stato effettuato assieme al centro Anticrimine natura. Non si tratta, naturalmente, dell'ultimo e questo perché i carabinieri continueranno - anche su questo "fronte" - a tenere alta l'attenzione. 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento