rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Centro città

Pozzetti sopraelevati e buche, nuove richieste di risarcimento danni al Comune

Il giudice di pace, con sentenza del 29 novembre del 2016, ha già condannato l'ente a pagare perché, a causa di un dissesto, un agrigentino ha danneggiato la propria auto

Un agrigentino chiede la condanna del Comune al risarcimento dei danni patrimoniali che lui, l'agrigentino, ha subito in un incidente verificatosi il 24 luglio del 2015. L'uomo mentre percorreva, alla guida della propria Mercedes, la via Attilio Zuccagnini Orlandini a causa di un pozzetto sopraelevato, presente sul bordo della carreggiata, ha rotto - anzi tranciato - il copertone anteriore destro del veicolo. Ed il danno è stato di 516 euro. L'ente si è costituito in giudizio, con autorizzazione del sindaco Lillo Firetto. E' stato convenuto, assieme alla Girgenti Acque, davanti al giudice di pace. E l'udienza si farà oggi.

Proprio il giudice di pace, con sentenza del 29 novembre del 2016, ha condannato il Comune a pagare mille euro, più 450 euro di Iva e 300 euro di spese di giudizio, come risarcimento del danno subito da un agrigentino che, il 17 gennaio del 2015, mentre era al volante della propria Mercedes, in via Madonna delle Rocche improvvisamente, a causa di una buca, dovuta a lavori effettuati dalla Girgenti Acque - viene ricostruito nell'atto dello stesso palazzo dei Giganti - provocava danni all'autovettura. Anche in questo caso, l'avvocato Agata Vecchio ha ritenuto opportuno impugnare il provvedimento di condanna perché "ingiusto". Il Comune è stato dunque autorizzato, sempre dal capo dell'amministrazione, ad un'azione di impugnazione contro la sentenza del giudice di pace. Della difesa e rappresentanza dell'ente si occuperà Agata Vecchio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzetti sopraelevati e buche, nuove richieste di risarcimento danni al Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento