Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Trova hashish in camera da letto e lo ingerisce: bimba di un anno e mezzo in ospedale

La piccina non è, per fortuna, in pericolo di vita. Dell'episodio si stanno occupando i poliziotti e la Procura. Nei guai sono finiti mamma e papà

La polizia all'ospedale "San Giovanni di Dio"

Ha ingerito hashish. Una bambina, di appena un anno e mezzo, ha ingoiato l’hashish che mamma e papà – stando a quella che è diventata l’accusa della polizia di Stato – avrebbero dimenticato appoggiato da qualche parte in camera da letto. La piccola è finita al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dove è stata ricoverata e dove è stata sottoposta a tutti gli accertamenti e le cure del caso. Non è, per fortuna, in pericolo di vita. E' stata già dimessa dal reparto di Pediatria dove era stata, appunto, tenuta costantemente sotto controllo.

Dall’azienda ospedaliera di contrada Consolida, la segnalazione – poco dopo il ricovero della piccina – è stata diramata alla sezione Volanti della Questura. I poliziotti hanno subito effettuato le necessarie ricostruzioni investigative e hanno notiziato la Procura della Repubblica. L’ipotesi di reato che ai genitori, entrambi denunciati all’autorità giudiziaria, viene contestata è violazione degli obblighi di assistenza familiare.

E’ certo il fatto che s’è sfiorata la tragedia perché la piccina è finita in ospedale per una intossicazione da sostanza stupefacente. Non è chiaro – il riserbo anche ieri, esattamente come nei giorni precedenti, era categorico visto che l’episodio ha coinvolto una piccina – come, in che condizioni, la bambina sia arrivata al pronto soccorso. Così come non è stato reso noto da quale Comune sia arrivata. E’ certo però, e per fortuna, che i medici sono riusciti ad evitare il peggio. E poi, appunto, dall’ospedale è stata – è, inevitabilmente, la procedura di rito – allertata la polizia di Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova hashish in camera da letto e lo ingerisce: bimba di un anno e mezzo in ospedale

AgrigentoNotizie è in caricamento