menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta di piazzale Giglia

Una veduta di piazzale Giglia

Rompe bicchiere in faccia ad un giovane, 17enne di Favara nei guai

E' stata ricostruita l'aggressione in piazza Giglia a San Leone. Al ferito sono stati diagnosticati 30 giorni di prognosi, ma rischia danni permanenti. Ferito ad una mano anche il minorenne

Ha 17 anni ed è di Favara il giovane che, sabato pomeriggio, ha fatto finire al pronto soccorso – con gravi ferite al volto – un venticinquenne residente a Montaperto. Il ragazzo, nelle prossime ore, verrà denunciato alla Procura presso il tribunale per i minorenni di Palermo. L’ipotesi di reato che i carabinieri contestano è lesioni personali. Al venticinquenne, i medici hanno dato 30 giorni di prognosi – salvo complicazioni - per la guarigione, ma non è escluso che il giovane possa riportare dei danni permanenti. Ferito ad una mano – e i sanitari dell’ospedale “San Giovanni di Dio” hanno diagnosticato che guarirà in circa 20 giorni – anche il diciassettenne che è stato ritenuto l’autore dell’aggressione fatta con un bicchiere di vetro.

Scoppia scazzottata davanti al bar, 25enne ferito al volto con un bicchiere

I militari dell’Arma, intervenuti in piazzale Giglia a San Leone, sono riusciti a ricostruire – acquisendo i racconti della vittima, ma anche di alcuni testimoni – cosa è effettivamente accaduto davanti ad un bar. Pare che il venticinquenne di Montaperto fosse, al bar, in compagnia della fidanzata che è di Favara. All’improvviso – non sarebbe risultato chiaro il motivo – alcuni giovani, facenti parte di un gruppetto, avrebbero gratuitamente rivolto qualche battutaccia di troppo. Il venticinquenne s’è naturalmente innervosito e, a quanto pare, tanto lui quanto un altro paio di ragazzi sono usciti fuori dal bar per discutere e chiarire. Non c’è stata nessuna lite, nessun alterco. I ragazzi veramente stavano parlando e forse si sarebbero anche chiariti. All’improvviso però, stando alle ricostruzioni fatte dei militari dell’Arma, il diciassettenne di Favara – che era in compagnia dei ragazzi che avevano fatto qualche battuta di troppo – sarebbe uscito fuori dal bar e avrebbe sbattuto in faccia al venticinquenne, fracassandolo, il bicchiere di vetro che aveva in mano. Il venticinquenne è finito subito in ospedale dove i medici hanno anche faticato a tirare fuori le schegge di vetro che gli erano entrate in pieno viso. Poco dopo – stando sempre a quanto è stato ricostruito – al pronto soccorso di contrada Consolida è sopraggiunto, per le ferite alla mano, anche il diciassettenne che, però, avrebbe riferito d’essere caduto con la bicicletta. I carabinieri, dopo essere stati a San Leone, sono stati anche in ospedale per evitare che fra i due tornassero a scoppiare “scintille”, cosa che effettivamente non è avvenuta. Gli investigatori hanno sentito tanto il giovane ferito al volto, quanto alcuni testimoni e hanno, dunque, identificato il presunto autore dell’aggressione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento