Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Va alla caserma della polizia con l'auto sequestrata: pizzicato 22enne

Il giovane, dopo essere stato al lavoro, s'è recato alla "Anghelone" di via Crispi per assolvere all'obbligo di firma

Una veduta dell'ingresso della caserma "Anghelone"

E’ andato prima al lavoro e poi alla caserma “Anghelone” di via Crispi – dove quotidianamente si reca perché sottoposto all’obbligo di firma – con l’autovettura, la sua utilitaria, sottoposta a sequestro amministrativo. Il ventiduenne di Agrigento quasi certamente non pensava che sarebbe stato controllato. Ma si sbagliava, e di grosso.

I poliziotti della sezione Volanti della Questura, pur sapendo che il ventiduenne stava andando ad assolvere all’obbligo di firma, hanno fatto scattare il controllo su quell’utilitaria. E non c’è voluto molto per accertare, appunto, che quella macchina non avrebbe potuto marciare. Era, del resto, sottoposta a sequestro amministrativo. La vettura è stata, ancora una volta, sequestrata, proprio dagli agenti della sezione Volanti. E questa volta ai fini della confisca. Un sequestro che è stato effettuato nonostante il ventiduenne abbia tentato, e anche maldestramente, di spiegare e giustificarsi. Non aveva – a suo dire – come spostarsi per andare al lavoro e alla caserma “Anghelone” della polizia di Stato. Ma comunque non avrebbe potuto farlo con una macchina sequestrata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va alla caserma della polizia con l'auto sequestrata: pizzicato 22enne

AgrigentoNotizie è in caricamento