Ospedali, l'Asp cerca 32 ausiliari specializzati e 10 infermieri

Il personale serve per far fronte alle carenze di organico e per assicurare la continuità nell’erogazione delle prestazioni sanitarie

(foto ARCHIVIO)

La commissione esaminatrice per formulare la graduatoria per incarichi e supplenze a tempo determinato già c’è. L’Asp 1 di Agrigento – con il commissario straordinario Giorgio Giulio Santonocito e con i direttori amministrativo e sanitario, rispettivamente Francesco Paolo Tronca e Silvio Lo Bosco – ha dato il via al conferimento di ben 32 incarichi per ausiliari specializzati. Si tratta di lavoratori che serviranno a sopperire la mancanza di personale. Una carenza spesso drammatica, conseguenza anche del blocco delle assunzioni a tempo indeterminato – stabilito dall’assessorato regionale alla Salute - per la copertura dei posti vacanti in dotazione organica. Perché nell’Agrigentino, nei diversi presidi ospedalieri, non mancano soltanto i dirigenti medici, ma appunto anche gli ausiliari specializzati e gli infermieri.  

L’azienda sanitaria provinciale ha, fino ad ora, conferito incarichi trimestrali di ausiliario specializzato, utilizzando la graduatoria dell’aprile del 2014. Serve però, adesso, conferire complessivamente 32 incarichi - della durata di tre mesi – perché 30 lavoratori sono in scadenza e due non risultavano essere previsti. Nello specifico, gli ausiliari specializzati servono e verranno assunti, 9 all’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì, 10 al “San Giacomo d’Altopasso” di Licata, uno al “San Giovanni di Dio” di Agrigento, 3 all’ospedale di Ribera, 1 al Dsm di Agrigento e 6 all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha inoltre autorizzato il conferimento di tre incarichi a tempo determinato e 7 supplenze di Cps infermiere. Due infermieri, nello specifico, servono al presidio di guardia medica infermieristica per la casa circondariale “Di Lorenzo” di Agrigento. E servono per assicurare la continuità nell’erogazione delle prestazioni sanitarie. Un infermiere serve al Csm di Canicattì visto che l’infermiere di ruolo è andato in pensione e c’è, inoltre, da coprire – con una supplenza – l’aspettativa di congedo straordinario per un altro infermiere. Inoltre, il direttore sanitario del presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio”, Antonello Seminerio, ha chiesto ufficialmente l’attivazione di ben 6 supplenze perché ci sono infermieri malati che lo saranno per almeno 45 giorni. Ed ancora, serve un infermiera a Lungodenza per sostituire l’infermiera professionale assente. Di fatto, l’Asp non riesce ad effettuare la normale turnazione con gli infermieri presenti nei vari presidi Agrigentini e quindi c’è il rischio che non possano essere garantiti i necessari standard sanitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

  • Scontro fra due vetture alle porte di Canicattì, muore 64enne: automobilista arrestato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento