menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

"Buchi" in organico all'Asp: servono 43 ausiliari specializzati

Per sopperire alla mancanza di personale e assicurare i Lea, l'azienda sanitaria sta facendo ricorso agli incarichi a tempo determinato

Servono 43 ausiliari specializzati. Ancora una volta, l’Asp di Agrigento – per tamponare quello che è l’effetto del blocco delle assunzioni a tempo indeterminato e dunque i buchi in organico – ha attivato le procedure per conferire gli incarichi necessari e fare in modo che non si determinino emergenze. Per tre mesi verranno “recuperati” 10 ausiliari specializzati che dovranno prestare servizio all’ospedale “San Giovanni di Dio”, 9 che invece saranno al “Barone Lombardo” di Canicattì, 11 all’ospedale di Sciacca, 8 al “San Giacomo d’Altopasso” di Licata, 3 al Dsb sempre di Licata e due all’ospedale “Fratelli Parlapiano” di Ribera. La spesa che l’azienda sanitaria provinciale dovrà sostenere ammonta mensilmente, per ogni incarico, a 2.063,63 euro.

“Questa Asp – scrivono dall’azienda sanitaria – per sopperire alla mancanza di personale e assicurare i Lea ha fatto ricorso agli incarichi a tempo determinato”. L’assessorato regionale alla Salute, in attesa della riorganizzazione della rete ospedaliera pubblica e privata, ha autorizzato le aziende sanitarie a fare ricorso, infatti, a contratti di lavoro a tempo determinato annuali e comunque non superiori alla data del 31 dicembre di quest’anno, per fare fronte alle esigenze assistenziali e al mantenimento dei Lea. Tra questo mese e il prossimo, nell’Agrigentino, andranno a scadere 42 incarichi trimestrali di ausiliario. A questi incarichi se ne aggiunge, poi, uno nuovo visto che c’è stato un trasferimento di un ausiliario dall’ospedale di Licata a Canicattì. Sistematicamente, si tratti di ausiliari, medici o infermieri, l’Asp 1 di Agrigento – con nuovi avvisi pubblici o attingendo da graduatorie già esistenti – prova a correre ai ripari e a fronteggiare la carenza di personale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento