menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli interni dell'asilo nido devastati dai vandali

Gli interni dell'asilo nido devastati dai vandali

Ammesso al finanziamento: asilo nido pronto a tornare a nuova vita

Il ministero ha concesso 31 mila euro per la ristrutturazione. Ne serviranno però molti di più per recuperare danni e razzie

Pronto a tornare a nuova vita l'asilo nido di via Esseneto. È stata ammessa a finanziamento la progettazione per  la ristrutturazione per un importo di 31.200 euro. L'investimento complessivo, per il progetto esecutivo, è di 39.000 euro. L'avviso, che prevedeva l'ottanta per cento di co-finanziamento, era stato pubblicato dal ministero delle Infrastrutture- Direzione generale per l'edilizia statale e gli interventi speciali. E’ di lunedì – ma se ne è avuta notizia soltanto ieri - la comunicazione ufficiale arrivata a palazzo dei Giganti dell'ammissione al finanziamento del Comune di Agrigento. L'asilo è chiuso dal gennaio del 2008 per problemi strutturali. Era stato attivato nel dicembre del 1996 per ospitare regolarmente 50 bambini. 

“Finalmente dopo tanto tempo possiamo ripensare all'asilo nido - afferma il sindaco di Agrigento Lillo Firetto - con una struttura bella e funzionale, che era stata creata proprio allo scopo, e poi era stata totalmente abbandonata e vandalizzata”.

La struttura è proprio malconcia perché oltre ai problemi strutturali – emersi appunto alla fine del 2007 -, vandali e “cacciatori” di ferraglia hanno devastato ogni cosa, portando via anche porte e finestre. Di fatto, l’asilo nido di via Esseneto è stato “inghiottito” dall’oblio. E così, per molto tempo, è apparso destinato a restare. Ma adesso è tempo – stando a quanto ufficializzato ieri – di nuove speranze. Anche se il progetto per recuperare completamente l’asilo nido – ripensarlo e creare una struttura bella e funzionale - avrà un importo notevolmente più alto e si potrà finanziare con risorse di altro tipo. Ma il finanziamento “conquistato” negli ultimi giorni potrebbe essere veramente il primo, decisivo, passo per poter rimettere in piedi la struttura che tanto serve alle famiglie agrigentine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento