Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, 14 artisti eseguono il tradizionale "Ah sì, versate lacrime"

Il gruppo di giovani, dalle loro case, ha intonato il celebre canto funebre che accompagna i riti della passione e morte di Cristo

 

L’emergenza  Coronavirus ha rivoluzionato la quotidianità di tutti, il distacco sociale ha però intensificato l’uso della tecnologia, soprattutto per quanto riguarda le comunicazioni. Essendo state annullate tutte le processioni pubbliche della settimana Santa, anche le tradizioni popolari associate al venerdì santo, corrono sul web. 

Coronavirus, le celebrazioni della settima Santa in diretta Facebook: il programma
La Pasqua nei giorni del Covid 19, le celebrazioni saranno in diretta Facebook

Ed ecco dunque che quattordici giovani artisti, dalle loro case dislocate in diverse parti dell’Italia e non solo, hanno eseguito il canto funebre che - ad Agrigento, ma anche in altre zone de lla Sicilia - accompagna le rappresentazioni della morte e passione di Cristo: il celebre “Ah sì, versate lacrime”. La musica è stata eseguita da: Martino Pellegrini al violino, Matteo Prina al contrabasso, Arturo Garra al clarinetto, Alessandro Centolanza e Fausto Savatteri alle chitarre e da Marco Savatteri al pianoforte. I commoventi versi invece sono stati cantati dal  il coro formato da: Martina De Caro, Andrea Vincenti, Chiara Lo Faso, Gerlando Chianetta, Martina Aloiso, Gabriel Glorioso e Sabrina Spinnato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento