Cronaca

Venne rimpatriato lo scorso anno, tunisino pizzicato in ospedale e arrestato

L'uomo è stato ritenuto responsabile di violazione della Misura di sicurezza dell’espulsione ed è stato bloccato dai poliziotti della sezione Volanti

Dall'ospedale "San Giovanni di Dio", dove era stato sottoposto ad accertamenti sanitari, alla caserma "Anghelone" dove gli agenti dell'Upgsp lo hanno arrestato. E' accaduto tutto nel pomeriggio di domenica. L'arresto è stato già convalidato dall'autorità giudiziaria. Si tratta di un tunisino che, alla caserma "Anghelone", è stato portato affinché i poliziotti del Gabinetto provinciale della Scientifica procedessero all'identificazione, mediante rilievi fotosegnaletici e dattiloscopici.

Grazie a queste procedure, i poliziotti hanno accertato che il tunisino - con diversi alias, cioè identità false, - aveva un ordine di espulsione dal territorio dello Stato disposto - quale misura di sicurezza - dal magistrato di Sorveglianza di Reggio Emilia. Provvedimento che era stato eseguito, lo scorso anno, dall’ufficio Immigrazione della Questura di Trapani. Accertato dunque che si trovava in Italia in violazione della misura di sicurezza dell'espulsione, gli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento hanno arrestato l'immigrato. E l'arresto, appunto, è stato già convalidato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venne rimpatriato lo scorso anno, tunisino pizzicato in ospedale e arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento