menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

"Sì" ai progetti, ecco come verranno impiegati 250 percettori del reddito di cittadinanza

Si occuperanno di manutenzione e cura delle aree verdi comunali, ripristino intonaci, tinteggiatura, scerbatura stradale del centro e dei quartieri periferici. Ma anche pulizia degli ambienti, servizio di portineria e accoglienza utenti, lavoro di segreteria e smistamento documenti

Manutenzione e cura delle aree verdi comunali, ripristino intonaci, tinteggiatura, scerbatura stradale del centro e dei quartieri periferici. Ma anche pulizia degli ambienti, servizio di portineria e accoglienza utenti, lavoro di segreteria e smistamento documenti, a supporto di tutti gli uffici della casa comunale. Sono 6 i progetti utili alla collettività che sono stati approvati dalla Giunta Micciché in favore dei beneficiari del reddito di cittadinanza residenti ad Agrigento.

Complessivamente saranno circa 250 i cittadini, percettori appunto del reddito di cittadinanza, che verranno impiegati. Ecco quali sono, nel dettaglio, e quante persone impiegheranno i progetti approvati: manutenzione e cura delle aree verdi comunali, ripristino intonaci, tinteggiatura, scerbatura stradale del centro urbano. “E’ un progetto che mira a migliorare il verde pubblico del centro e il decoro urbano attraverso attività che rendano più accoglienti, ospitali e decorosi gli spazi urbani” – ha scritto l’Esecutivo - . Verranno impegnate 30 persone. Dieci invece coloro che dovranno svolgere attività di supporto al lavoro del personale in servizio per la pulizia degli ambienti, servizio di portineria ed accoglienza utenti, lavoro di segreteria e smistamento documenti. Ben 70 coloro che saranno impegnati nella manutenzione e cura delle aree verdi di Fontanelle, Giardina, Montaperto, Villaseta, Villaggio Mosé, nella manutenzione e cura del cimiteri, nella manutenzione, riparazione, verniciatura dell’arredo urbano e nella scerbatura delle strade comunali. Altri 70 percettori di reddito di cittadinanza saranno poi impegnati – secondo un altro progetto approvato dalla Giunta – nella manutenzione e cura delle aree verdi di San Leone e della fascia costiera turistica agrigentina, nel mantenimento arredo urbano e nel ripristino di intonaci, tinteggiatura e scerbatura delle zone balneari. Quaranta coloro che verranno impegnati a supporto alle insegnanti nel servizio di mensa scolastica (pulizia degli ambienti destinati a refettorio, prima e dopo la somministrazione dei pasti), nella pulizia delle aule utilizzate dal Comune per il supporto scolastico (dopo scuola, recupero scolastico) e 32 quelli che si occuperanno della vigilanza e controllo all’entrata e all’uscita della scuola. 

I progetti predisposti da palazzo dei Giganti e approvati dalla Giunta Micciché verranno adesso inseriti sulla piattaforma “Gepi”, una applicazione progettata e sviluppata per semplificare il lavoro degli assistenti sociali nell'accompagnare i beneficiari del reddito di cittadinanza convocati dai servizi sociali dei Comuni. Piattaforma che, di fatto, consentirà di attivare e gestire i patti per l'inclusione sociale. “Tutti coloro che verranno selezionati e convocati saranno impegnati per non meno di otto ore e fino ad un massimo di 16 ore settimanali, impegno da svilupparsi sia su uno o più giorni a settimana, sia su uno o più periodi del mese – ha previsto il Comune di Agrigento - . Le eventuali ore settimanali perse dovranno, naturalmente, essere recuperate nel mese di riferimento o in alternativa nel mese successivo, fatte salve le assenze opportunamente giustificate e documentate. L’orario di svolgimento del percorso sarà modulato in base alle esigenze delle attività da realizzare, fermo restando che l’orario giornaliero previsto non può in alcun modo superare 8 ore”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento