Fumo in banca e scatta l'allarme antincendio: accorrono i pompieri

Nessuna fiamma – durante le ispezioni meticolose e capillari – è stata ritrovata. I vigili del fuoco, per garantire dche non ci fossero rischi per l’istituto di credito, hanno ispezionato l’intero stabile

I locali si riempiono di fumo e scatta l’allarme incendio all’interno della banca Unicredit di piazzetta San Calogero ad Agrigento. E’ nella serata di giovedì, quando l’istituto di credito era naturalmente chiuso, che i vigili del fuoco del comando provinciale sono dovuti accorrere. Non è stato semplice, chiaramente, riuscire ad accedere all’interno della banca. Tanti, anzi tantissimi, gli agrigentini che si sono soffermati per cercare di capire cosa stesse accadendo nella storica sede dell’istituto bancario.

Quando i pompieri sono riusciti a farsi aprire hanno appurato che il fumo era presente nel piano seminterrato. Ma, per fortuna, c’era soltanto fumo. Nessuna fiamma – durante le ispezioni meticolose e capillari – è stata ritrovata. I vigili del fuoco, per non lasciare nulla al caso e garantire di fatto che non ci fossero rischi per l’istituto di credito, hanno ispezionato l’intero stabile. L’origine del fumo, dopo ore ed ore di verifiche, non è risultata essere chiara. Ieri, se ne stanno occupando i tecnici. Non è escluso – ma naturalmente non risultavano esserci conferme tecniche – che il fumo possa aver avuto origine da qualche filo elettrico che sfiammava. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento