menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bancari in agitazione, oggi pomeriggio riunione operativa

"Disertare tale appuntamento significa rinunciare a difendere i propri diritti e le giuste prerogative dei lavoratori"

Il segretario interprovinciale (Agrigento-Trapani) di Dircredito (sindacato dei bancari) Filippo Plano, ha diffuso una nota con la quale invita tutti i lavoratori delle banche alla riunione di oggi, per discutere del nuovo contratto.

Questa la nota diffusa da Plano: "Oggi venerdì, alle 14,30 presso l'Hotel Akrabello di Agrigento è stata convocata la riunione di tutti i bancari della provincia di Agrigento per la presentazione della nuova piattaforma contrattuale, resasi necessaria dopo l'autonoma ed arbitraria disdetta del precedente contratto da parte dell'ABIL'associazione bancaria,  approfittando del momento di dura crisi che attraversa la nostra nazione unitamente a tutta l'Europa, aveva pensato bene di scaricare sui dipendenti il costo della crisi, ( una attività che accomuna ormai quasi tutte le grandi aziende, produttive e di servizio, ricorrendo ad esternalizzazioni, cassa integrazione, licenziamenti, dislocamento di attività nei pasi a basso costo del lavoro etc. etc.) Pertanto DIRCREDITO, unitamente a tutte le sigle sindacali presenti in provincia, Fabi, Fiba,Fisac,Uilca, facenti parte del primo tavolo negoziale, invita tutti i bancari della provincia di Agrigento a partecipare attivamente a tale incontro per far sentire la loro voce. Disertare tale appuntamento significa rinunciare a difendere i propri diritti e le giuste prerogative dei lavoratori. Già il bancario nel comune sentire  viene equiparato al banchiere e le problematiche che toccano tale categoria vengono sempre considerate da tutti, politici compresi, come insignificanti per l'interesse sociale;  non pensando che nelle banche ormai  da anni  il personale viene costantemente ridotto ed aggravato di lavoro senza  nuove assunzioni. Ma il lavoro non dovrebbe essere il primo problema da risolvere per chi fa politica? E se una parte di occupazione venisse dalle banche ci sarebbe da sputarci sopra?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento