Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

L'Ail Agrigento impegnata su più fronti al servizio degli altri

La presidente dell'Ail Agrigento Bonsignore: «A breve, presenteremo il progetto di costruzione del centro di ematologia e uno di ematologia pediatrica a Raffadali»

M. Anna Bonsignore

Si avviano a conclusione le iniziative dell’Ail Agrigento, relative al Natale 2015.

Quest’anno la presidente della sezione agrigentina, la dottoressa M. Anna Bonsignore, alla vendita delle stelle di Natale, ha voluto affiancare quella dei panettoni, per dar modo a un maggior numero di sostenitori di poter esprimere la loro solidarietà.

Voglio innanzitutto ringraziare – ha detto la Bonsignore – i massimi dirigenti di Unicredit che ogni anno ci danno fiducia e credono nel nostro impegno. Un grazie anche alle agenzie della stessa banca, soprattutto ad alcune, che hanno preso a cuore gli sforzi che tutti noi facciamo. 

Parimenti, un grazie lo devo indirizzare alle agenzie della Banca di Credito Cooperativo di San Biagio Platani per il sostegno fornitoci.

Grazie anche a tutti i medici specialisti che ci collaborano, rendendo più semplice il nostro lavoro. E grazie anche a tutti i cittadini che rispondono puntualmente a ogni nostra iniziativa e lo fanno con convinzione, perché sanno che i loro contributi vanno a finire realmente alla ricerca e i fondi raccolti vengono spesi con trasparenza e sono documentabili e visionabili da ogni cittadino.

 Infine – ha aggiunto la presidente dell’Ail Agrigento – un grazie particolare a tutti i volontari che mi danno forza, disponibilità e determinazione nell’aiutare gli altri, e che avendo nel proprio DNA il senso del mettersi disinteressatamente a disposizione degli altri, forniscono ogni volta delle straordinarie lezioni di vero volontariato e di umanità.

 Ricordo a tutti che fino al prossimo 6 gennaio sarà possibile acquistare i panettoni dell’Ail Agrigento in tutte le agenzie Unicredit della provincia. Ma sin da adesso vi aspetto e vi invito tutti per la manifestazione delle uova e delle colombe in occasione della prossima Pasqua. 

Purtroppo – ha voluto poi rimarcare la dottoressa Bonsignore – ogni anno assistiamo impotenti all’accavallarsi di altre iniziative di solidarietà nelle stesse date, da parte di altre organizzazioni che sfruttano la popolarità del marchio Ail.

Ritengo che nella solidarietà e nel volontariato non debba esistere la concorrenza. Che tristezza!

Sfruttare poi il nome dell’Ail per portare a buon fine operazioni speculative risulta ancora più squallido. 

A breve – ha concluso la Bonsignore – presenteremo il progetto di costruzione del centro di ematologia e uno di ematologia pediatrica a Raffadali.

Perché – ci tengo a sottolineare – l’Ail che è presente nel nostro territorio 24 ore su 24, mantiene sempre ciò che promette.

L’Ail farà diventare grandi i progetti della nostra provincia e molto presto coinvolgeremo tutti i 43 comuni, attraverso i sindaci, ai quali chiederemo in che modo vorranno contribuire alla realizzazione di questo grande progetto. 

Ricordo che i soli centri di ematologia in Sicilia, attualmente, sono soltanto a Palermo, Messina e Catania; mentre quelli di ematologia pediatrica sono soltanto a Messina e Catania. 

Non chiederemo soldi ai sindaci, ma un impegno e un coinvolgimento mediatico nella raccolta, perché sarà interesse di tutti avere questi centri nella nostra provincia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ail Agrigento impegnata su più fronti al servizio degli altri

AgrigentoNotizie è in caricamento