menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il questore Rosa Maria Iraci

Il questore Rosa Maria Iraci

L'aggressione in via Atenea, il questore: "Chiamate al 112 per qualsiasi reato"

Maria Rosa Iraci: "Intervenite, segnalando pure con l’applicazione YouPol che è stata estesa anche ai maltrattamenti in famiglia, allo spaccio di droga"

“Segnalate, segnalate al 112: numero unico europeo che vi permetterà anche di restare anonimi, ma consente alle forze di polizia di poter intervenire subito sul posto, in modo che si faccia luce immediatamente su quanto accade. E’ chiaro che il passar del tempo fa perdere le prove o comunque non le fa cristallizzare immediatamente”. A lanciare questo appello, ieri, è stato il questore di Agrigento Rosa Maria Iraci. Un appello accorato dopo quanto è avvenuto, nei giorni scorsi, in via Atenea dove un cinquantenne è stato colpito con un bastone prima e poi con un ceffone e una pedata. Ad essere denunciati, alla Procura della Repubblica della città dei Templi, sono stati padre e figlio di 56 e 20 anni. L’ipotesi di reato contestata, dai poliziotti della sezione Volanti – che sono coordinati dal commissario capo Francesco Sammartino – è stata lesioni personali aggravate in concorso.

“Se l’episodio fosse stato segnalato immediatamente alle forze dell’ordine, saremmo intervenuti subito e tutto si risolveva molto prima – ha spiegato, ieri, il questore Rosa Maria Iraci - . Però l’interessante è che ci siamo riusciti e plaudo al lavoro che è stato fatto: sono stati sentiti i testimoni, sono stati ripresi i video che immortalavano l’episodio e ci saranno delle conseguenze per le persone identificate. Segnalando alle forze dell’ordine, la risposta è immediata e certa e non perdiamo elementi di prova che possono essere utilissimi a ricostruire il quadro completo. L’invito alla cittadinanza – ha aggiunto il questore di Agrigento – è quello di intervenire, segnalando anche con l’applicazione YouPol che è stata estesa anche ai maltrattamenti in famiglia, allo spaccio di droga, a tutto ciò che può essere utile a far identificare gli autori dei reati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 marzo, Zambuto: "Dedicare vie e piazze a personaggi femminili"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento