menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta della via Imera (foto Google Maps)

Una veduta della via Imera (foto Google Maps)

Aggredito a colpi di chiave inglese, frattura alla mandibola per negoziante

Il commerciante subito soccorso è stato trasferito all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Sembra essere certo il fatto che avrà bisogno di un delicatissimo intervento chirurgico

Aggredito e ferito a colpi di chiave inglese. Un sessantenne agrigentino, proprietario di un esercizio commerciale lungo la via Imera, è finito in ospedale con la frattura della mandibola. Per polizia e carabinieri, da un paio di giorni ormai, è “caccia” all’uomo. “Caccia” all’autore di una spaventosa aggressione. Dovrebbe trattarsi – ma il riserbo degli investigatori è più che categorico – di un anziano, forse un pensionato. Una persona che, inevitabilmente, rischia una denuncia, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica.

Ieri, per l’intera giornata, lungo la centralissima via Imera, ad Agrigento, non si parlava d’altro. Esercenti e residenti cercavano di capire – e molteplici sono stati gli interrogativi avanzati – cosa effettivamente fosse accaduto. Tutti, in maniera unanime, inoltre, provavano ad informarsi sulle condizioni di salute del loro collega commerciante o comunque di un uomo conosciuto, e stimato, da tutti.

Nel negozio di via Imera, in quello che avrebbe dovuto essere un ordinario momento di lavoro, è arrivato – stando a quanto ieri si è riusciti a ricostruire – un anziano, forse un acquirente o forse un pensionato che s’è spacciato come potenziale cliente. All’improvviso, l’uomo – che dovrebbe essere un settantenne, ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo, - s’è scagliato contro l’esercente e lo avrebbe, forse anche ripetutamente, colpito al volto con una chiave inglese.

Forse voleva mettere a segno un furto, ma non c’è riuscito. Con l’aggressione e dunque la violenza, se c’era l’intenzione di rubare, tutto s’è trasformato in una tentata rapina. Ma non è escluso – spetterà appunto a polizia e carabinieri mettere dei punti fermi nell’inchiesta – che potrebbe anche essersi trattato di una aggressione mirata e pianificata.

L’anziano dopo aver aggredito e ferito gravemente il negoziante della via Imera, è scappato. Il commerciante subito soccorso è stato trasferito all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Non è escluso – ma anche su questo, ieri, non si riuscivano ad acquisire conferme – che il sessantenne possa essere stato spostato anche in una struttura ospedaliera meglio attrezzata. Certo sembra essere invece il fatto che avrà bisogno di un delicatissimo intervento chirurgico.

Dal momento dell’aggressione in poi, oltre alle ricerche fatte ad ampio raggio, gli investigatori hanno cercato – ed anche ieri risultava essere così – di chiudere il cerchio, raccogliendo quanti più elementi possibili per dare un nome e cognome all’uomo che s’è scagliato – con una chiave inglese – contro il negoziante della centralissima via Imera. Il riserbo, da parte di investigatori e inquirenti, è stato ed è rimasto fitto. Nessuno ha lasciato trapelare – naturalmente per non pregiudicare l’attività investigativa che risultava essere ancora in corso - nessuna indiscrezione. Nelle prossime ore però qualcosa sembrerebbe essere destinato a cambiare. Non ci sono certezze categoriche, ma gli investigatori potrebbero essere arrivati ad un punto di svolta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento