menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredisce e fa finire in ospedale l'educatrice: è stato un 13enne "terribile"

A ricostruire quanto effettivamente accaduto nella comunità sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Il minorenne non è imputabile

Forse l’ha semplicemente rimproverato. Certamente ha ripreso – poiché tenuta a farlo – il suo comportamento. Sarebbe bastato tanto e un tredicenne, ospite di una comunità per minori difficili, si è scagliato contro una educatrice in servizio nella stessa comunità. La donna, 44 anni, è stata aggredita, stranottata e picchiata con calci e schiaffi. L’educatrice quarantaquattrenne è finita al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento.

Non è in gravi condizioni, per fortuna, ma i medici in servizio l’hanno sottoposta a tutti gli esami sanitari ritenuti necessari. Nella comunità per minori difficili è anche intervenuta la polizia di Stato, gli agenti della sezione Volanti della Questura nello specifico. I poliziotti hanno ricostruito, sentendo anche i presenti, cosa fosse effettivamente accaduto e hanno identificato il minorenne che avrebbe aggredito l’educatrice. Si tratta, però, di un tredicenne e dunque di un soggetto non imputabile. L’accaduto è stato, tuttavia, a livello informativo, segnalato alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo. Ieri, non c’era ancora alcuna certezza, ma appariva altamente probabile che il ragazzino venisse presto trasferito in un’altra struttura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento