Compra il cellulare per pochi euro e dalla carta di credito spariscono altri soldi

Quattro, nelle ultime ore, le denunce fatte in Questura: segnalati più addebiti – da 45 a 564 euro - sulla PostaPay senza aver fatto nessuna spesa

Addebiti – da 45 a 564 euro - sulla PostaPay senza aver fatto nessuna spesa. Ma anche prelievi subiti, sulla carta di credito, dopo aver provato a fare un affare sul web: acquistare un cellulare quasi d’ultima generazione al ridicolo prezzo di 2,95 euro. Frodi informatiche e truffe online sono, purtroppo, ormai, all’ordine del giorno. Quattro – nelle ultime ore – le denunce che sono state formalizzate da altrettanti agrigentini.

Tutti si sono recati all’ufficio della Questura, alla caserma Anghelone, e hanno raccontato quanto gli era accaduto e quanto, di fatto, si sono visti incolpevolmente sottrarre. I poliziotti della sezione Volanti hanno raccolto tutte le segnalazioni e, come sempre avviene, hanno trasmesso gli incartamenti ai colleghi della Postale che si occuperanno delle indagini.

Un 32enne si è visto addebitare – e non ha capito neanche per che cosa – 59,50 euro sulla propria PostaPay. Un 34enne, nel giro di tre giorni (dall’otto al 12 maggio) s’è, invece, visto fare cinque micro (da 8,48 euro) addebiti, arrivando dunque a veder dissolvere nel nulla 42,40 euro. In questo caso risulterebbero dei pagamenti online. Pagamenti che però l’uomo non ha mai fatto. Una donna, pure lei di Agrigento, ha perso invece ben 564 euro. La quarantenne, inevitabilmente, è andata su tutte le furie per la subita frode informatica. Un 55enne, infine, ha denunciato – sempre ai poliziotti della sezione Volanti – di aver comprato, su un sito internet, un telefono cellulare quasi d’ultima generazione a 2,95 euro. Non soltanto il telefonino non è mai arrivato a destinazione, ma dalla sua carta di credito oltre alle 2,95 euro sono scomparsi 49,85 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento