menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acquisti mai fatti, ma dalla carta spariscono più di mille euro: nuova frode

Vittima, suo malgrado, di tre operazioni misteriose è stata una giovane donna che ha formalizzato denuncia, contro ignoti, alla polizia

Vedersi addebitare – sulla PostaPay – 1.052,92 euro (di cui 4,93 euro di commissioni) senza sapere neanche il perché. E’ accaduto ad una agrigentina che, dopo aver ripetutamente provato – ma invano – a capire chi e per quale motivo avesse fatto quegli addebiti, si è presentata all’ufficio denunce della Questura di Agrigento per denunciare la frode informatica che, inconsapevolmente, aveva subito.

E’ stata l’ultima, in ordine di tempo, cittadina che ha chiesto “aiuto” – sperando anche di trovare una strada per poter recuperare tutti quei soldi – ai poliziotti della sezione Volanti. Gli agenti hanno raccolto la denuncia, a carico di ignoti, e l’hanno, di fatto, già trasmessa a Palermo di modo che venga assegnata alla polizia Postale. Ancora una volta, i poliziotti di Agrigento – visto il crescendo di denunce per frodi o truffe informatiche – hanno consigliato di utilizzare, per gli compere online, le carte prepagate che contengano soltanto la somma che deve essere spesa per quel determinato acquisto. Una procedura, come dire, di acquisti in sicurezza per evitare fregature come queste. I truffatori del web sono, infatti, ormai purtroppo, sistematicamente in agguato.

Capita – come è successo, stando alle denunce presentate, negli scorsi giorni – che sugli strumenti finanziari dei cittadini vengano addebitate spese di poche decine di euro. Ma accade anche, come è stato in quest’ultimo caso, che da una PostaPay, nel giro di pochissimi giorni, scompaiano più di mille euro. E la scoperta viene fatta nell’esatto momento in cui il cittadino effettuato l’estratto conto. Ancora una volta, spetterà ai poliziotti della Postale provare a tracciare la giusta strada investigativa per riuscire ad identificare i truffatori che si sono approfittati di questa, come di tanti altri, agrigentini. Intanto, il fenomeno dei reati sul web continua, purtroppo, a crescere a dismisura. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento