menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'autovettura utilizzata dagli agrigentini per la fuga (dalla redazione di PalermoToday - foto Longo)

L'autovettura utilizzata dagli agrigentini per la fuga (dalla redazione di PalermoToday - foto Longo)

Palermo, canicattinesi fuggono all'alt della polizia e investono due ciclisti

Due giovani canicattinesi di 23 e 25 anni sono stati arrestati dalla polizia. Mentre fuggivano dagli agenti, hanno investito due ciclisti: uno è in condizioni gravissime. Sarebbero fuggiti all'alt dopo aver compiuto una "truffa dello specchietto"

PALERMO. Due giovani di Canicattì arrestati dalla polizia e due ciclisti feriti, di cui uno in condizioni disperate. E’ il bilancio di quanto successo oggi pomeriggio - intorno alle 15.20 - a Palermo e precisamente a Mondello, lungo il viale Venere. 

I due canicattinesi,  Leonardo Spallino di 23 anni e Giuseppe Gennaro di 25 anni, viaggiavano a bordo di una Alfa Romeo 147 quando avrebbero deciso di non fermarsi all'alt di una volante della polizia, tentando così di scappare a grande velocità. 

L'auto in fuga ha investito i due ciclisti e poi si è schiantata contro un albero. Ad avere la peggio sono stati i due sportivi: uno è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale “Villa Sofia” di Palermo, mentre l'altro se l'è cavata con un qualche contusione.

L'auto incriminata, un'Alfa Romeo 147 di colore grigio, stava percorrendo la strada nei pressi della rotonda di Mondello. Alla vista della paletta dei poliziotti, però, il giovane alla guida ha schiacciato il piede sull'acceleratore per cercare di fare perdere le proprie tracce. Ne è nato un folle inseguimento che si è concluso contro un albero, ma solo dopo aver colpito con violenza i due ciclisti.

Il motore dell'auto stava iniziando a sprigionare delle fiamme, subito domate dall'intervento di una squadra dei vigili del fuoco. Nello stesso tempo sono arrivate due ambulanze che hanno trasportato i ciclisti, entrambi di circa quarant'anni, in ospedale. 

Secondo quanto riferiscono dalla Questura di Palermo, pare che l'inseguimento sia iniziato in via Saline, dove un anziano aveva chiamato la polizia per difendersi dai due canicattinesi che stavano per mettere a segno la “truffa dello specchietto”.

Leonardo Spallino Giuseppe Gennaro, che si trovavano a bordo dell'Alfa, sono stati bloccati e poi condotti al Commissariato di polizia “San Lorenzo” di Palermo, dove sono stati arrestati. Dovranno rispondere di tentato omicidio in concorso, truffa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento