L'agguato ad Alessandria della Rocca, un'auto notata sulla scena del delitto

L'agricoltore settantaduenne è stato freddato - con due colpi di fucile caricato a pallettoni - mentre era ancora al volante di una Fiat Panda. I carabinieri "scavano" nella vita dell'anziano

(foto ARCHIVIO)

La scena del crimine non ha lasciato alcun dubbio ai carabinieri: è stato un agguato. Liborio Plazza, agricoltore settantaduenne, è stato freddato mentre era al volante della sua autovettura – una Fiat Panda bianca – in contrada Chimmesi, nelle campagne di Alessandria della Rocca. L’uomo, sposato e padre di due figli, sarebbe stato raggiunto da due colpi di fucile caricato a pallettoni. Forse un fucile da caccia.

Freddato un agricoltore di 72 anni 

Il cadavere del settantaduenne incensurato che, secondo la ricostruzione ufficiale dei carabinieri del comando provinciale di Agrigento, lavorava nell’impresa agricola del figlio è stato ritrovato ieri alle 9,45 circa, in contrada Chimmesi, a poca distanza dagli appezzamenti di terreno di sua proprietà. Acquisita la segnalazione, sul posto si sono precipitate le pattuglie dei carabinieri di Alessandria della Rocca, della compagnia di Cammarata – che è competente per territorio -, del nucleo Investigativo del reparto Operativo del comando provinciale di Agrigento. Pare – ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo – che oltre al cadavere dell’uomo sia stata anche segnalata la presenza di un’autovettura che si allontanava. Una macchina che, ieri, per tutta la giornata, i militari dell’Arma avrebbero cercato e non soltanto ad Alessandria della Rocca. Il riserbo investigativo è naturalmente massimo.

Ieri, sono stati sentiti – ed a lungo - familiari e conoscenti della vittima. Gli investigatori, coordinati dalla Procura della Repubblica di Sciacca, hanno iniziato infatti a “scavare” nella vita privata dell’anziano cercando d’appurare se avesse avuto dei problemi o delle discussioni con qualcuno. Anche questi sono dettagli che, inevitabilmente, i carabinieri non si lasciano sfuggire, tenendo le bocche rigorosamente cucite.

Chi ha portato a segno l’agguato, probabilmente aspettava la vittima. Non è nemmeno escluso, fra l’altro, che in contrada Chimmesi i due potessero anche aver avuto un appuntamento. Liborio Plazza non è però riuscito – e questo è un dato di fatto – a scendere dall’abitacolo dell’autovettura. Il suo assassino lo ha freddato, sparandogli due colpi di fucile, mentre era ancora al volante dell’utilitaria. Due colpi che hanno raggiunto l’anziano al busto e che non gli hanno lasciato alcuna possibilità di sopravvivenza.

Sulla salma verrà effettuato l’esame autoptico. Si attende che la Procura di Sciacca lo predisponga, nominando anche un medico legale.

Stando a quanto ieri pomeriggio è filtrato dal fitto riserbo investigativo dei carabinieri, non ci sono testimoni. Nessuno avrebbe assistito all’agguato e dunque nessuno può dare informazioni determinanti, capaci di far immettere immediatamente gli investigatori sulla giusta pista. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento