rotate-mobile
Il provvedimento / San Leone

Semina il caos in due locali e all'ospedale aggredendo avventori, medici e poliziotti: il tribunale lo manda in carcere

L'uomo, in poche ore, ha rimediato due denunce per danneggiamento, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e minacce

Semina il caos in due locali di San Leone e all'ospedale: il tribunale di sorveglianza gli revoca l'affidamento in prova ai servizi sociali e dispone l'espiazione della condanna in carcere.

La prima denuncia nei suoi confronti era scattata venerdì. I poliziotti della sezione volanti sono intervenuti in una pizzeria di San Leone dove l'uomo aveva minacciato e aggredito un dipendente del locale prima di fuggire a bordo di uno scooter. 

Subito dopo era arrivata una nuova richieste di intervento in un altro locale dove una persona in stato di alterazione creava disordini. Una volta arrivati sul posto gli agenti, secondo la ricostruzione della questura di Agrigento, sarebbero stati aggrediti. 

Nei suoi confronti, quindi, è scattata la denuncia per i reati di lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale, violenza o minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, oltre che per la violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale.

Sabato pomeriggio la nuova denuncia: la polizia interviene all'ospedale San Giovanni di Dio su richiesta del personale sanitario che denunciava minacce e danneggiamenti di attrezzature mediche. Sulla base di ciò il tribunale di sorveglianza ha disposto la revoca del beneficio dell'affidamento in prova e ha disposto che sconterà la pena in cella. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semina il caos in due locali e all'ospedale aggredendo avventori, medici e poliziotti: il tribunale lo manda in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento