rotate-mobile
Cronaca Porto Empedocle

"Aggressione armata contro famiglia", Vasile Cozzo ottiene i domiciliari

Il gip Alessandra Vella, dopo che l'uomo si è ripreso ed è stato interrogato, gli ha sostituito la misura per ragioni di salute e "per approfondire la sua versione dei fatti"

Sostituzione della custodia cautelare in carcere con gli arresti domiciliari "in considerazione delle sue condizioni di salute e della versione dei fatti riferita durante l'interrogatorio". Il gip Alessandra Vella, che in un primo momento aveva convalidato l'arresto e disposto il carcere, nell'impossibilità di sentire l'indagato che si trovava in ospedale in gravi condizioni, dopo avere ascoltato la sua versione dei fatti attenua la misura cautelare. 

Il noto pregiudicato Libertino Vasile Cozzo, 41 anni, di Porto Empedocle, arrestato la sera del 23 marzo da polizia e carabinieri con l’accusa di avere aggredito e minacciato una famiglia con la pistola, era in ospedale sedato e con gravi ferite.

L’inchiesta del pm Alessandra Russo, anche per ricostruire come Vasile Cozzo si sia procurato i traumi, prosegue e ha avuto nuovo impulso della sue dichiarazioni fatte durante l'interrogatorio successivo alla convalida alla quale aveva preso parte solo il difensore dell’indagato, l’avvocato Raimondo Tripodo.

LEGGI ANCHE: Minaccia famiglia, arrestato pregiudicato quarantenne

Vasile Cozzo, che ha alle spalle una decina di precedenti, è stato arrestato in seguito – secondo quanto ricostruito dai poliziotti – a un’aggressione ai danni di una famiglia. Non è stato messo a fuoco neppure il contesto in cui sarebbe maturato l’episodio. Gli inquirenti valutano la pista lavorativa visto che sia Vasile Cozzo che le presunte vittime delle minacce a mano armata operano nel settore del commercio ittico e il presunto assalto sarebbe avvenuto proprio in un capannone adibito alla distribuzione del pesce.

Le vittime hanno riferito d'aver chiamato il 113 perché poco prima erano state minacciate da Vasile Cozzo che si sarebbe presentato armato. Uno dei componenti della famiglia sarebbe riuscito a trattenerlo e Vasile Cozzo, secondo la loro versione, sarebbe caduto provocandosi gravi ferite.

Le dichiarazioni di Vasile Cozzo durante l'interrogatorio successivo all'udienza di convalida hanno aperto nuovi spunti di indagine che nelle prossime ore potrebbero portare a sviluppi. Vasile Cozzo al momento resta in ospedale e dovrà sottoporsi a un delicato intervento chirurgico.

L'arma trovata poco distante è una pistola a tamburo, calibro 38, con matricola parzialmente abrasa e con 5 proiettili, dello stesso calibro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aggressione armata contro famiglia", Vasile Cozzo ottiene i domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento