rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Addio a Pepi Morgia, il "mago" del light design

Il noto regista genovese ha collaborato con i grandi artisti italiani (De Andrè e Baglioni) e...

E' morto questa mattina, all'età di 61 anni, all'ospedale San Martino di Genova, il regista e lighting designer Pepi Morgia.

Una lunga carriera, quella di Gian Luigi Maria Morgia di Francavilla, nata nel 1970 sul palcoscenico della città di Genova, a contatto con il regista Joseph Svoboda che lo spingerà, sull'onda della sua grande curiosità culturale, a scandagliare il mondo eclettico dell'arte settore per settore, sempre concentrando l'attenzione sul tema della luce quale elemento essenziale per sottolineare lo spazio, paesaggio urbano o luogo dell'anima, a partire dai progetti urbani: nel gioco delle ombre e delle prospettive che ha caratterizzato il gran teatro firmato Morgia si stagliano le illuminate Fontana di Trevi e la Sacra Sindone, i lavori con Arnaldo Pomodoro alla Berkeley University di San Francisco e le innumerevoli, fantastiche proiezioni sulle onorate mura dei monumenti antichi, primo fra tutti il Colosseo, l’imponente progetto dell’'illuminazione della cupola di San Pietro e il disegno per i fuochi d'artificio barocchi in occasione del restauro dell’omonima Basilica.

Significative furono le sue esperienze giovanili a contatto con il mondo della pop art musicale londinese, collaborando con i grandi del settore (Elton John, David Bowie, i Genesis, Roxy Music, Van Der Graft Generator) come anche la fondazione, insieme a Lele Luzzati, Aldo Trionfo, Tonino Conti e Ninni Miglietta, del Teatro della Tosse di Genova.

Prestigiose le sue scenografie per Rudolf Nurejev e Carla Fracci, il Pavarotti International, le molte regie teatrali e televisive, la fotografia di programmi musicali di spicco, fino ad arrivare, nei meandri della sua inesauribile vena creativa, alla direzione artistica di decine e decine di festival in tutt’Italia e alla spettacolarizzazione di concerti dei tanti artisti di punta, primi fra tutti Fabrizio De Andrè, Claudio Baglioni e Gianna Nannini.

Numerosissimi anche gli incarichi istituzionali ricoperti nel corso della sua carriera: delegato culturale presso la Sede diplomatica di Mosca per tutti gli scambi culturali Italia-Urss; attaché culturale delle Isole Azzorre; Ambasciatore del Principato di Seborga a Roma; delegato culturale dell'Hbto missione italiana;  presidente del Centro Studi maltese per lo sviluppo di cultura e turismo; direttore artistico del comune di Sanremo per il quale era tuttora in attività per una serie di eventi tra cui la “Notte Bianca della Moda”.

L’ultimo grande saluto a Pepi Morgia avrà luogo domani, martedì 20 settembre, alle 12, a Genova presso la chiesa di San Benedetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Pepi Morgia, il "mago" del light design

AgrigentoNotizie è in caricamento